Imola. “Sono davvero soddisfatto e, se lo posso dire, anche commosso per l'amore che il popolo della sinistra del territorio imolese ha ancora una volta dimostrato per il Partito Democratico – dichiara Marco Raccagna segretario del Pd di viale Zappi -. E' accaduto qualcosa di straordinario. Soprattutto in un'epoca così complicata in cui, da un lato, una crisi spaventosa colpisce le famiglie e il mondo del lavoro e delle imprese e la paura si impossessa di tante persone e, dall'altro, il distacco tra politica, istituzioni e cittadini non diminuisce. Ben 15.778 cittadini del nostro territorio hanno scelto che questa bella domenica di dicembre dovesse essere una grande festa della democrazia. Ora non abbiamo più alibi: tocca a noi non tradire tanta fiducia”. I renziani all'assemblea nazionale sono Daniele Manca, Claudia Sermasi e Marco Tullini.

Ma dopo la commozione, Raccagna si trova davanti alcuni nodi da sciogliere. Intanto il successo travolgente di Matteo Renzi anche nel territorio imolese con oltre il 72% dei consensi dovrebbe creare qualche smottamento: quale incarico, ammesso che gli venga concesso, avrà in futuro l'ex segretario Fabrizio Castellari che continua ad andare in federazione e a percepire lo stipendio del suo contratto a tempo indeterminato? Raccagna, che si è schierato con Renzi in “zona Cesarini”, ora non ha più alibi: deve decidere e in fretta visto che il rottamatore fiorentino non gradisce situazioni poco chiare. E che ne sarà della capogruppo in Regione Anna Pariani “cuperliana di ferro” che ha perso clamorosamente le primarie anche in tutta l'Emilia-Romagna? Se fino a pochi giorni fa correva per la segreteria regionale del Pd, ora pare assai improbabile che possa ancora avere buone possibilità di riuscire a ottenere tale incarico. Pure la nuova segreteria nominata da Raccagna, con un numero di “cuperliani” quasi pari ai “renziani” non è rappresentativa del voto chiaro e netto uscito dalle primarie tanto che il coordinatore è il cuperliano Taraborrelli. E pure i civatiani sono fortemente sottorappresentati.

(m.m.)