Imola.Il brigadiere Giuseppe Giangrande che era stato ricoverato nell'ospedale di Montecatone dopo essere stato gravemente ferito nella sparatoria davanti a palazzo Chigi del 28 aprile scorso, è stato dimesso il 18 dicembre per rientrare a Prato.

Il brigadiere ha infatti completato la fase riabilitativa ad alta intensità conseguente all’evento acuto dello scorso aprile; in accordo con i servizi sanitari del territorio di residenza, è previsto che possa seguire un percorso riabilitativo di minore intensità al domicilio – dove grazie al tempestivo interessamento del Comune, sono stati realizzati tutti gli adattamenti domestici necessari.

“Abbiamo concordato con il brigadiere e con la famiglia che, a un anno dall’evento, si possa programmare presso Montecatone una rivalutazione della situazione neurologica, per impostare eventuali ulteriori programmi riabilitativi – dichiara il direttore dell’Unità Spinale di Montecatone, Dottor Jacopo Bonavita – siamo molto fiduciosi in quanto il Brigadiere si è avvicinato alla dimissione con un atteggiamento molto positivo, con una forte consapevolezza del percorso fatto e degli obiettivi raggiunti, pur nell’ambito di una disabilità”.