Imola. Due mozioni sul contrasto al gioco d’azzardo, una presentata dal Pd e l’altra dal Pdl sono state votate all’unanimità dal consiglio comunale del 15 gennaio, esprimendo la volontà intera delle forze politiche di essere tutti impegnati in prima linea per la raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare sul contrasto al gioco d’azzardo. Le mozioni impegnano inoltre il sindaco affinchè vigili sulle nuove autorizzazioni al gioco d’azzardo nel territorio comunale.

“Ora – secondo il gruppo Pd – dobbiamo tutti fare un passo ulteriore: portare la discussione sul gioco d’azzardo in Parlamento, con un testo di legge di iniziativa popolare, affinchè venga approvata una legge giusta che tuteli i soggetti vulnerabili, che  curi le persone malate di gioco d'azzardo e che abbia la forza di prevenire questa patologia, ridefinendo le autorità competenti per le autorizzazioni al gioco d’azzardo, prevendendo  misure di contrasto al riciclaggio di “danaro sporco”, alle infiltrazioni mafiose e al gioco illegale, nonché  misure di contrasto all’evasione fiscale, riorganizzando anche la distribuzione dei giochi d’azzardo in sale appositamente dedicate  e infine potenziando la disciplina sanzionatoria”.

Il Pdl si dichiara soddisfatto perché “il Pd ha votato a favore di una nostra mozione che vieti la presenza di slot machine nei centri sociali. Ciò potrà avvenire praticamente al rinnovo delle convenzioni nel 2017, ma intanto il sindaco e la giunta si impegneranno per cercare di rimuovere le odiose slot da luoghi di aggregazione sociale importanti”.

(m.m.)