Massa Lombarda (Ra). È stato un aperitivo speciale quello che si è svolto a Massa Lombarda domenica 12 gennaio. L’iniziativa promossa dai Giovani Democratici di Fruges-Massa Lombarda voleva costruire un ponte tra i massesi e gli ospiti stranieri di Massa. Al centro dell’iniziativa un problema ben noto: impedire che l’ignoranza verso gli stranieri si trasformi in razzismo o diventi un tassello per costruire nuovi ghetti.

Ad aprire la serata è stata Chiara Maretti, segretaria dei Giovani Democratici, che ha dato il benvenuto a tutti e chiarito la scelta del tema dell'integrazione in termini di attenzione e interesse da parte del gruppo specifico e in generale a livello nazionale. Chiara a poi passato la parola alla rappresentate della Città Plurale di Massa Lombarda che ha raccontato di cosa tratta l’associazione e quali eventi ha organizzato e intenderà organizzare in futuro.

Dopo i discorsi introduttivi, è stato fatto vedere (anche se solo in parte) il documentario “18 jus soli” () prodotto e diretto nel 2012 dal regista bolognese F.Kuwornu, è il primo documentario italiano che affronta il problema della cittadinanza per chi è nato e cresciuto in Italia da genitori immigrati. Infatti anche se studiano nel nostro paese, parlano la nostra lingua e i nostri dialetti e magari non sono neanche mai stati nel loro paese d’origine per la legge devono aspettare i 18 anni per essere cittadini italiani, dopo un iter burocratico lungo e complesso.

Al termine del film, molto molto spontaneamente è iniziata la parte relazionale dell’iniziativa; era infatti possibile confrontarsi, fare domande, conoscere gli ospiti della serata, ovvero 5 persone di diverse culture che rappresentavano dei libri viventi (un’iniziativa molto particolare che identifica una persona presente in sala come un libro da consultare). (sito della biblioteca vivente) L’iniziativa ha avuto molto successo, non tutti i giorni si vedono 30 persone interessate a conoscere le sensazioni, i pareri, i fatti dal punto di vista degli immigrati.

Gli organizzatori hanno ricevuto i complimenti da coloro che hanno partecipato all’aperitivo e comunque per i Giovani Democratici di Fruges-Massa Lombarda il successo dell’iniziativa è uno stimolo per costruire altre occasioni di incontro con i “nostri” stranieri.

Agli interessati consigliamo di contattarci sulla nostra pagina facebook.

 

(Giada Melis)