Imola. “Il nostro Carnevale è fra i primi venti in Italia. Su Google ci sono 207mila notizie”. Un po' di orgoglio in questi casi non guasta ed è stato espresso dall'assessore alla Cultura Elisabetta Marchetti che ha ricordato come anche quest'anno la sfilata dei Fantaveicoli, prevista per domenica 2 marzo alle 14.30, comincerà dall'autodromo “per segnare due grandi amori della nostra terra: le auto e le biciclette tanto che potrebbe essere esposta, fuori concorso, una Formula Uno a motore elettrico”. I Fantaveicoli, che da 17 anni portano a Imola una grande folla festante, devono essere infatti costruiti rigorosamente con materiali di riciclo o di recupero ed essere ecologici, ovvero non a motore. Accanto a loro, potranno sfilare in viale Dante fino a piazza Matteotti, anche gruppi mascherati, colorati e fantasiosi.

Il termine per le iscrizioni alle tre categorie (Fantaveicoli, Scuole, Centri sociali) è il 21 febbraio. Come sempre, sarà presente una giuria che distribuirà i premi a scendere, dai primi fino agli ultimi, diversi ma comunque per tutti nello spirito carnevalesco dell'allegria. Per l'occasione sarà presente anche un Fantaveicolo realizzato dalle famiglie dell'associazione “Insieme per un futuro migliore” con i bambini ospitati in tale periodo dalla Bielorussia. Le scuole presenti sono tre dell'infanzia e due primarie quali le Carducci e le Marconi.

La “coda” conclusiva si terrà martedì grasso (4 marzo) in piazza Matteotti con il Carnevale per i bambini. Le maschere più belle riceveranno premi in dolci e salati dal bar-pasticceria Dulcis. Ora largo all'inventiva e alla creazione per replicare una manifestazione di successo. In caso di pioggia, i Fantaveicoli, sfileranno domenica 9 marzo.

(m.m)