Castel San Pietro (Bo). Le scuole “Serotti” di Osteria Grande sono state chiuse nella giornata del 20 gennaio a titolo di precauzione dopo che in un'aula sono stati rivenuti, alla riapertura dopo il fine settimana, otto pezzi di laterizio caduti dal soffitto. L'aula interessata è nella parte adiacente a quella ristrutturata la scorsa estate, ma anche in essa il controsoffitto era stato recentemente ricostruito a cura di una ditta appaltatrice. Fortunatamente il distacco dei laterizi è avvenuto durante il fine settimana, a scuole chiuse.

“Ciò che è avvenuto alle Serotti – dichiara il sindaco Sara Brunori – è un fatto inaccettabile che poteva avere conseguenze gravissime. Ho dato ordine che i lavori di ripristino e di verifica siano affidati immediatamente a un'altra ditta, sollevando quindi l'azienda appaltatrice che aveva eseguito i lavori di contro-soffittatura, nei confronti della quale intendiamo rivalerci per vie legali, ove vi siano i presupposti”.

La  nuova ditta è già al lavoro dal 20 gennaio, secondo la procedura di emergenza imposta dal sindaco. Alle 13 i tecnici del Comune e dell’azienda hanno terminato un primo sopralluogo e quasi certamente domani le scuole potranno riaprire in totale sicurezza. La conferma definitiva in serata, al termine di ulteriori accertamenti, che dovrebbero completarsi entro le 18. Lo conferma Fausto Tinti, assessore alla Scuola, fra i primi ad accorrere alle Serotti e per tutta la giornata sul posto, impegnato a sovrintendere i tecnici: “Tutte le aule sono già state ispezionate più volte, una ad una. Non ci sono problemi strutturali e appare che il danno sarebbe dovuto alla posa del controsoffitto, forse non eseguita a regola d'arte. Pubblicheremo sul sito del Comune l'avviso di riapertura una volta concluse tutte le verifiche”.

Alle 20 sempre del 20 gennaio, al Centro Civico di Osteria Grande, l'amministrazione comunale incontrerà i cittadini, per dare le dovute spiegazioni dell'accaduto e relazionare sulle verifiche compiute. Durante l'assemblea la scuola sarà aperta e i cittadini potranno visitarla insieme ai tecnici del Comune, per rendersi conto di persona della situazione e dei controlli eseguiti