Piangipane (Ra). Un imperdibile omaggio a Mina, alle sue collaborazioni con Lucio Battisti e alle meravigliose interpretazioni che ne sono scaturite. Un grande “tribute show” che ripercorre la straordinaria carriera di una fra le più grandi voci della storia della musica italiana e le più belle canzoni di Battisti. Uno spettacolo dall’altissimo contenuto emozionale per riascoltare e ricantare i grandi successi di quella che dal lontano 23 agosto del 1978 (ultimo concerto alla Bussola) è ancora la voce che più manca dal vivo nel panorama musicale italiano.

La band Viale Mazzini nasce dall’incontro di percorsi ed esperienze musicali diverse, dalla cui unione prende vita l’unica band che, con sonorità contemporanee, ripercorre la strabiliante carriera musicale dell’inimitabile “Tigre di Cremona”, proponendone i più grandi successi, dagli esordi fino ad oggi. Il loro esordio nel giugno del 2009, li vede protagonisti nell’assegnazione del premio speciale “Microfono d'oro” (proprio come Mina agli esordi), alla finale del concorso nazionale Band Prix ad AcquiTerme (Al). In poco più di un anno, dopo aver portato lo spettacolo in diversi locali e music club italiani, il 9 ottobre del 2010 varcano per la prima volta i confini nazionali per approdare a Montreal (Canada), al Centro Culturale Leonardo Da Vinci del Teatro Mirella & Lino Saputo. Questo evento, attraverso la musica di Mina, diventa un vero e proprio omaggio a un simbolo importante del nostro Paese e a una italianità di cui oggi andare fieri.

 

Di tutte le esperienze musicali del gruppo lo spettacolo “Io e te da soli: Mina E Battisti Tribute Show”, rappresenta un vero  e proprio apice, un coinvolgente omaggio al sodalizio artistico Mina-Battisti.

I brani della scaletta dei “Viale Mazzini”, eseguiti nelle tonalità originali, sono eccezionalmente interpretati dalla meravigliosa voce di Cinzia Bellini, la cui sensualità e passione espressiva riescono a coinvolgere ed emozionare e la rendono una fra le pochissime voci all’altezza di un repertorio così impegnativo; mentre la voce maschile è quella di Paolo De Regibus. Le musiche sono impreziosite dagli arrangiamenti di un eccellente “Power Trio”: Angelo Polimeno alla chitarra, Federico Croci al basso, Denis Mazzuccato alle tastiere e Luca Giolo alla batteria.

 

Nell'intervallo i mitici cappelletti del Socjale.