Si stanno definendo ogni giorno di più le candidature a sindaco del centrosinistra (ovviamente tutti del Pd) per le elezioni amministrative che dovrebbero tenersi in contemporanea con le europee il 25 maggio. La novità è un probabile gradito ritorno sulla poltrona di primo cittadino a Fontanelice per Athos Ponti, vero punto di riferimento della comunità da tempo. Potrebbe trovare sulla propria strada l'assessore Matteo Visani, ma Ponti pare avere un seguito maggiore. A Dozza, intanto, sono due donne pronte per la candidatura: la segretaria del Pd locale Francesca Lelli e l'assessore alla Cultura Claudia Ceroni, ma pure il vicesindaco Paolo Strazzari non ha abbandonato tutte le sue velleità. Intanto, a Borgo Tossignano è ancora tutto in alto mare con Paolo Sartiani che aspira fortemente a essere il candidato del centrosinistra anche se non ha per ora l'appoggio dell'intero partito con qualche speranza residua per l'assessore Clorinda Mortero. A Castel San Pietro, in campo alle primarie ci sarà certamente un altro ex sindaco di peso come Graziano Prantoni che potrebbe essere sfidato dalla segretaria locale Francesca Marchetti. A Casalfiumanese il centrosinistra sembra deciso a puntare su Gisella Rivola o in alternativa a Widmer Gregori. A Castel Guelfo è ormai certo che Adolfo Soldati, uomo del mondo della cooperazione, sfiderà l'attuale sindaco Cristina Carpeggiani che potrebbe anche lasciare all'ultimo momento.

Infine, due conferme dopo un solo mandato dovrebbero essere certe. A Medicina Onelio Rambaldi e a Mordano, seppur con qualche malumore, se non ci saranno altri candidati alle primarie, Stefano Golini.

(Massimo Mongardi)