Imola. Quando parliamo di Augusto Zuffa pensiamo subito al vino, alla cantina e alla produzione biologica di qualità. Ma pensiamo anche ad una persona eclettica, amante delle sfide. Ecco allora che quando scopriamo che dietro
all’apertura del negozio AppleImola c’è anche lui non siamo per nulla sorpresi.
“In credo che le persone che hanno dei valori, umani prima di tutto e professionale in secondo luogo, vadano aiutate a realizzarsi (al di la della loro età, provenienza, ceto sociale, titolo di studio) – ci racconta Zuffa -. Rappresentano una ricchezza per loro stessi e per tutta la Comunità. Quando ne incontriamo uno bisogna assolutamente convincerlo a provarci. Così ho conosciuto Ylli Doko, ventitreenne ingegnere informatico, grazie all’Apple di cui sono cliente. Mi ha fatto conoscere talmente il mio Iphone e gli altri miei prodotti Apple, tanto da rendermi conto di avere tra le mani una ‘Ferrari’ usata però come una cinquecento. Ylli, seppur giovane, ha già una buona esperienza lavorativa in una azienda per la quale ha curato i prodotti Apple come responsabile tecnico, è un lavoratore infaticabile che si è fatto da solo, una persona straordinaria. L’ho convinto a provarci, così è nata l'idea di AppleImola”.

Sabato 25 gennaio, alla presenza del sindaco di Imola, Daniele Manca, in via Emilia 28 verrà inaugurato il punto “Mela” a Imola. Per tutta la giornata, dalle 15 alle 22, Ylli sarà a disposizione per presentare la nuova attività e la linea operativa di AppleImola.

“La logica di Ylli è che noi andiamo bene e lavoriamo bene quando il cliente è entusiasta dei nostri prodotti e dei nostri servizi, se c'è anche solo un cliente insoddisfatto abbiamo fallito – continua Augusto -. AppleImola tratterà direttamente con la casa madre negli Stati Uniti, venderà tutti i prodotti Apple a prezzi straordinari, ma soprattutto organizzerà corsi gratuiti per l'utilizzo di Iphone, Ipad, Mac, assistenza per aziende e privati con pacchetti ore personalizzati e cercherà con progetti mirati di migliorare l'efficienza nella vita delle persone e, quindi, anche la redditività delle aziende”.

Così come Zuffa sta investendo nella sua attività vitivinicola, anche il sostegno verso questa nuova attività segue la stessa logica: guardare al futuro con speranza e fiducia, “dobbiamo provarci sempre e crederci, solo così possiamo uscire dalla crisi con nuove prospettive”.