Imola. Stanno per cominciare i lavori all'autodromo per rendere visitabile il museo “Checco Costa a partire dal 1° maggio, nel ventesimo anniversario della morte di Ayrton Senna e Roland Ratzenberger, e per realizzare la parte commerciale del progetto triennale. 

Ecco le principali opere previste: eliminazione del cancello di ingresso su Via Rosselli ed eliminazione con trasformazione di parte della barriera di confine tra il Paddock 1 e il Lungofiume. “Questo intervento rappresenta il primo importante passo nell’ottica di apertura dell’autodromo alla città, consentendo la connessione visiva e fisica dell’attuale area Paddock 1 con l’area  Lungofiume e l’area urbana. La chiusura dell’area Paddock 1 in occasione degli eventi sportivi sarà comunque assicurata da una nuova “frontiera” in corrispondenza della fine del Museo” spiega l’assessore all’Autodromo Mirco Cantelli.  Tutta l’area prospiciente il museo e l’adiacente sala stampa si configura nel progetto generale del Piano messo dal Comune come una nuova “piazza” fruibile quotidianamente dai cittadini e direttamente connessa al parco Lungofiume, accessibile sempre.

Fra gli interventi previsti anche quello di rendere funzionale l’accesso esistente sulla via Rivazza, destinato a divenire l’ingresso principale della struttura sportiva, la riconfigurazione di una porzione della sala stampa ad uso uffici per trasferimento attività Stai (Società turismo area imolese) in adiacenza al museo e la riqualificazione con restyling esterno della torre Dekra. Questo immobile, icona dell’autodromo, è destinato a divenire un elemento centrale anche per nuove funzioni e destinazioni d’uso future (probabile un bar sulla terrazza, ndr). Tutti gli interventi sopra descritti rientrano nel progetto complessivo del piano che prevede l'apertura alla città e la realizzazione della nuova “piazza Autodromo”.

“I lavori saranno finanziati dal Con.Ami, in qualità di concessionario dell’impianto e realizzati nei prossimi tre mesi per essere terminati in occasione dell’evento del 1° maggio 2014. Sono inoltre in corso altri interventi, già previsti nell’accordo di gestione della struttura sportiva, legati all’implementazione e miglioramento dei presidi antincendio e di adeguamento normativo e funzionale del tracciato – conclude l'assessore -. Il piano triennale, più ampio, che include oltre alla parte commerciale anche la parte didattica, officine e museo, prevede molte altre opere di riqualificazione della struttura sportiva e quindi prevede ulteriori e più significativi interventi in programma a partire dal prossimo autunno, al termine dell’attuale calendario di eventi sportivi”.