Imola. In mancanza di risposte sulla situazione che stanno vivendo i loro figli nella scuola di Montebello, un gruppo di genitori si organizza in comitato “per mettere in campo ogni azione a tutela della salute e dell’apprendimento dei bambini, il nostro futuro, probabilmente messa a repentaglio, come efficacemente argomentato dalla Ausl di Imola, dalle immissioni di inquinanti nei loro luoghi di studio e di vita”.

Da tempo diversi genitori stanno chiedendo all’Amministrazione comunale, all’Ausl e all’Arpa risposte sull’inquinamento acustico ed ambientale che l’autodromo Ferrari distribuisce soprattutto nella scuola ad esso più vicina, la Pelloni Tabanelli. La scelta nasce anche dal non volere restare passivi di fronte alle parole dell’Ausl di Imola che “ha messo nero su bianco i possibili effetti, sulla salute e sull’apprendimento scolastico, dello svolgimento delle attività motoristiche all’autodromo. Il ‘non vi è dubbio che nel corso degli eventi sportivi il rumore ambientale risulti di pregiudizio per una buona qualità della vita’ è rimasto nei faldoni di chi è chiamato per legge, legge da noi innumerevoli volte rammentata a tutti gli attori, a tutelare la salute dei cittadini: tanto più dei bambini che frequentano le scuole”.

I genitori non hanno dubbi sulla necessità di intervenire anche perché la stessa relazione di Formula Imola “libera il campo da analisi concettuali ipotetiche: il ‘non vi è dubbio’ della Ausl viene confermato. La scuola Pelloni Tabanelli subisce un impatto rumoroso rilevantissimo per ogni attività, di qualsiasi tipologia, svolta all’autodromo. D’altronde sarebbero bastate, ed avanzate, due normali orecchie, di quelle che si ritrovano a fianco della testa di ogni persona, per togliersi ogni dubbio anche in assenza di ingegneri acustici e studi di 100 e più pagine. Chiunque si fosse trovato a passare dalla scuola Pelloni Tabanelli il 17 maggio 2013, giornata scolastica, avrebbe potuto dichiarare senza timore di essere smentito che quella non era una condizione dove i bambini potevano tranquillamente, e come prescrivono le norme in materia, apprendere la loro lezione scolastica”.

E in condizioni simili vi sono anche le altre scuole limitrofe: Istituto agrario, scuola media Valsalva, Polo liceale, come riconosce anche la relazione di Formula Imola. Quindi il neonato comitato non vuole unicamente coinvolgere i genitori dei bambini di Montebello, ma intende “essere un punto di riferimento per tutti i genitori che hanno figli che frequentano gli istituti scolastici cittadini. Vuole essere un riferimento pubblicando i documenti ufficiali delle istituzioni, le norme che regolano le attività motoristiche, quelle che tutelano gli istituti scolastici. Pubblicando le contraddizioni in cui i vari enti pubblici sono incorsi in questi anni dove, a fronte dei dati rilevati costantemente dal 2001, nessuno ha pronunciato una parola (chissà, forse ora dopo 13 anni?) per limitare l’aumento incondizionato delle giornate di attività motoristica sovrapposte alle giornate scolastiche”.

E’ già pronto un sito (www.viveremontebello.it) e una mail (info@viveremontebello.it) dove chiunque può informarsi e scrivere ricevendo le informazioni che interessano e aderire al comitato. “Ci rivolgiamo a tutti gli studenti, a tutti i genitori e a tutti quelli che hanno a cuore il futuro dei nostri bambini e dei nostri ragazzi: unitevi a noi nel portare avanti questa battaglia di giustizia e verità. Lo facciamo per il bene più prezioso che abbiamo: i nostri figli”.

Come primo atto concreto il comitato ha chiesto, conformemente alla legge 241/90 di intervenire nel procedimento di approvazione del calendario di pista dell’autodromo del 2014. “Questa è un’attività prevista dalla legge: vedremo come si comporterà il Comune di Imola: se continuando come fatto sino a qui o avvalorando la tesi che sosteniamo da tempo: una regolamentazione delle attività motoristiche sovrapposte alle giornate scolastiche”.

Il primo appuntamento è per mercoledì 5 febbraio, ore 9, in Municipio per assistere alla Commissione autodromo che dovrà discutere del prossimo calendario delle attività motoristiche.