Lugo (Ra). Ospedale di Lugo a rischio smantellamento. Questa e l'accusa lanciata dai verdi ecologisti civici della Bassa Romagna alle istituzioni in seguito alla nascita dell'Ausl unica della Romagna.” Se da un lato negli ultimi giorni il sindaco di Lugo, Raffaele Cortesi, si è svegliato dal torpore di fine mandato e ha incontrato i vertici di Inail e Inps per scongiurare, almeno nel breve periodo, la chiusura degli uffici di Lugo, continua la totale passività, ben imitata dagli altri sindaci della Bassa Romagna, per quanto riguarda la difesa dell'ospedale cittadino”.

 

I verdi continuano nella loro denuncia, prendendo in esame il caso del reparto di Senologia, un'eccellenza dell'ospedale cittadino, percepita e apprezzata anche dai cittadini del territorio, che hanno anche raccolto fondi per l'acquisto del nuovo mammotome.” Peccato che le scelte dell'Ausl in merito alla Senologia siano diverse e orientate verso l'ospedale di Forlì. Purtroppo abbiamo a che fare con un'azienda sanitaria locale e un servizio sanitario regionale che da un lato tagliano (posti letto negli ospedali pubblici) danneggiando i cittadini e dall'altro continuano a spendere, alla faccia della spending review”.

“Si spenderà per fare la nuova casa della salute al palazzetto di Lugo. Ma non la si può fare all'interno dell'ospedale, in modo, almeno, da ultilizzare una struttura che comunque esiste? Si spende per liquidare il premio di risultato di 20.000 Euro a tutti i direttori generali delle Ausl della Regione. Non dovremmo farli tutti i sacrifici in questo periodo di crisi?”, si domandano i verdi, che, in conclusione, chiedono ai candidati sindaci, in occasione delle prossime elezioni amministrative, di dichiarare chiaramente come la pensano in merito alla riorganizzazione dell'Ausl e cosa intendono fare per fermare lo svuotamento dell'ospedale di Lugo.