Imola. Si deciderà sul filo di lana la sorte dell'ex Cognetex e dei suoi 56 lavoratori a una settimana circa da un finale che rischia di diventare amaro. Cgil, Cisl e Uil, Fim, Fiom e Uilm hanno incontrato nella tarda serata del 21 febbraio il gruppo imolese (guidata dalla Curti, ndr) interessato all’acquisto del ramo di azienda Imolese della Sant’Andrea (Cognetex). Un incontro necessario dopo la preoccupante relazione del commissario Leonardo Marta rispetto al piano concordatario presentato dall’azienda Sant’Andrea (considerato non fattibile dal commissario rispetto ai debiti che deve ancora pagare l'impresa di Novara). Nel caso il commissario avesse ragione, si andrebbe probabilmente verso il fallimento anche se intanto le organizzazioni sindacali hanno verificato il riconfermato interesse del gruppo imolese nei confronti del ramo di azienda imolese di Sant'andrea.

Le parti hanno concordato di attivarsi rapidamente per incontrare sia il commissario Marta sia il giudice Guendalina Pascale per capire se e quali potranno essere gli sviluppi  e le ulteriori azioni che potranno essere messe in campo al fine di garantire il salvataggio e la continuità dello stabilimento Imolese. Le organizzazioni sindacali incontreranno mercoledì 26 febbraio i lavoratori.

(m.m.)