Imola. Dopo la commissione bilancio nella quale il presidente di Con.Ami, Stefano Manara ha presentato il bilancio del consorzio, il piano triennale e il progetto di fusione con Amga, si è aperto un nuovo scenario per il futuro di Con.Ami. “Apprendo che la mia proposta di trasferire le deleghe del direttore Loris Lorenzi) nelle mani del presidente Stefano Manara sono piaciute all'assessore Mirco Cantelli e hanno ottenuto la disponibilità di Lorenzi – scrive il capogruppo di Imola migliore-Liberi a sinistra Giorgio Laghi -. Adesso tocca al sindaco Daniele Manca prendere atto e procedere. Quindi via Lorenzi (già dipendente Inps), fin dalla prossima assemblea sociale di primavera; deleghe a Manara che dimostra capacità , competenze e disponibilità”.
Ma in tal caso a Manara andrebbe un altro dei suoi già numerosi incarichi.

Propongo inoltre che nel corso della prossima assemblea sociale si proceda anche alla riduzione del Cda da 9 a 5 componenti (risparmio 50 mila euro) e non vengano più nominati consiglieri in pensione (oggi sono 4 su 9) – continua Laghi -. Ritengo inoltre che sia giusto verificare le competenze in ambito femminile: oggi ci sono 9 consiglieri uomini su 9 e 3 revisori dei conti uomini su 3. Chiedo infine che il Con.ami , attraverso il proprio consigliere d'amministrazione (Stefano Manara) nel Cda di Hera Holding, si faccia promotore di una proposta che chieda la riduzione  del numero dei consiglieri per arrivare ad un numero che sia la metà degli attuali (oggi è di 20) realizzando una riduzione dei costi di almeno 600 mila euro”. Anche di questo si parelerà nella prossima seduta del consiglio comunale in programma mercoledi 26 prossimo.