Imola. “Vogliamo rigenerare la città nonostante la crisi non sia finita nemmeno nel circondario”. E' la parola d'ordine del sindaco Daniele Manca che, presentando la bozza di bilancio di previsione 2014, ha messo in evidenza che quest'anno gli investimenti saranno oltre i nove milioni di euro contro i due circa dello scorso anno. Inoltre, ribadisce il sindaco “non aumenteremo l'addizionale Irpef nè la Tasi che spero assomigli più all'Ici che all'Imu (nemmeno sui capannoni produttivi) e non sulle tariffe. I soldi che servono arriveranno in gran parte dalle nostre aziende partecipate: in primis dal Con.Ami, ma pure da Area Blu, dalla Sicim e perfino da Formula Imola che per la prima volta ha un leggero avanzo. Nel frattempo, abbiamo ridotto le spese diminuendo il debito che a fine 2014 sarà a 62,4 milioni grazie alle alienazioni di patrimonio non strategico. Ora possiamo pensare anche un piano di assunzioni per l'amministrazione comunale (anche se la spesa per il personale calerà ancora nel 2014, ndr)”.

“La nostra intenzione è di riconfermare – aggiunge Manca – anzi migliorare le risorse destinate ai servizi sociali, all'infanzia e alla cultura perché un ente locale deve occuparsi di queste cose cercando di diminuire le tariffe per chi ha redditi Isee bassi”.

Ed ecco la lista degli investimenti: 2,1 milioni per il Piratello, 300mila euro per la biblioteca, 140mila per la pavimentazione del palaRuggi, 500mila per manutenzione del palazzo comunale, 1,2 milioni per le scuole, 1,5 milioni per i centri sociali di Sasso Morelli e Sesto Imolese, 600mila euro per una nuova palestra nel quartiere Marconi, 400mila euro per il parcheggio della nuova piscina che dovrebbe essere inaugurata finalmente in zona Ortignola, 300mila euro per la Rocca mentre il nuovo ponte sul Santerno dal Toys e il completamento della Bretella vengono rimandati al 2015. Il bilancio sarà presentato in consiglio comunale il 5 marzo e approvato probabilmente il 9 aprile.

(m.m.)