Imola. Si chiama “Con-Correre” ed è una camminata / parata per promuovere la cittadinanza attiva e la salute mentale come diritti di tutti che si svolgerà sabato 1 marzo, dalle ore 16, in occasione della “Giornata per i diritti di tutti, contro il razzismo, le frontiere e lo sfruttamento”. L’iniziativa è promossa da “Oltre la siepe”, ed è a cura del comitato “Primo Marzo”.
Si parte da Via Caterina Sforza, 3 (davanti al Teatro Lolli) per procedere lungo la via Emilia, via XX Settembre, piazza Gramsci, via Aldrovandi, piazza Matteotti e di nuovo in via Emilia. L’arrivo è previsto in piazza Caduti per la Libertà (sotto l’orologio) con una sosta finale per un “microfono aperto”, occasione di confronto e testimonianze.
Il percorso sarà scandito da alcuni interventi in cui saranno presentati pubblicamente materiali quali la “Carta di Lampedusa” e la “Carta Mondiale dei Migranti”, documenti in tema con il 1° Marzo, data ormai consolidata di una mobilitazione che da alcuni anni unisce migranti e autoctoni per affermare la dignità dell’essere umano, il diritto alla libera circolazione e alla libera residenza e il valore del meticciato.
“Con-Correre” rimane infatti un’idea rivolta alla promozione della salute mentale come diritto di tutti, e, tra questi “tutti”, ci sono certamente i nuovi cittadini o i nuovi residenti in Italia, e le persone che, provenienti da altri Paesi, molte volte attraversano terribili esperienze di viaggio, sostano temporaneamente sul territorio italiano, spesso detenuti in condizioni umilianti e degradanti, in Centri di “accoglienza”.