Spett. redazione,
il commento del Sindaco Manca che annovera tra le entrate disponibili in bilancio il positivo risultato di “Formula Imola” per quanto riguarda l’anno 2013 è, senza tema di smentita, una falsa verità, per non usare il termine menzogna che poco si addice ad un sindaco.
Tralasciando il fatto che un utile di circa 60.000 euro corrisponde a circa 650 euro/giorno per le oltre 90 giornate di rumore oltre i limiti di legge in cui la città ha dovuto tenere chiuse le finestre, tacendo delle scuole, occorre ricordare che, dalla fine del 2012 è ConAmi, cioè noi tutti, che paga ogni voce di ammortamenti, aggiornamenti e manutenzioni varie per quanto riguarda l’autodromo e lo stesso presidente del Consorzio ci fa sapere che dal 2014 al 2016 verranno investiti ( il termine corretto sarebbe spesi…) 1,2 milioni di euro, cifra che nei cinque anni raggiungerà i 2 milioni. Per amor di precisione, parlando di numeri che diventano soldi, ci preme puntualizzare che mentre ante 2012 tutte le spese di manutenzione, ammortamenti ecc. rappresentavano nel bilancio Formula Imola le voci “DARE” che determinavano la perdita e che veniva attribuita circa per il 50% all’Umberto Selvatico Estense ora, che la proprietà dell’autodromo è al 99% di ConAmi paghiamo tutti noi, quindi la situazione è peggiorativa per la città. Un bel regalo all’Estense e un non piccolo aggravio per Imola in momenti di ristrettezza.

(Cittadini per un autodromo diverso)