Imola. Le giornate di attività in deroga ai limiti del rumore non caleranno, ma nemmeno aumenteranno. Questa l’ipotesi che emerge dal calendario approvato nei giorni scorsi dalla giunta comunale.
Dopo gli aumenti degli anni scorsi, quando le 30 giornate in deroga sono più che raddoppiate, ora sembra profilarsi un assestamento, sempre che, come capita ormai da tempo, nel corso dell’anno non si inseriscano ulteriori attività rumorose. Questa almeno la preoccupazione dei vari comitati che si oppongono al rumore oltre le “vecchie” 30 giornate di deroga.

“L’approvazione è stata preceduta dalla formulazione delle osservazioni sulla bozza di calendario tese a una programmazione più attenta in particolare sulle giornate più rumorose” commentano gli assessori all’autodromo Mirco Cantelli e all’Ambiente, Davide Tronconi, a nome della giunta comunale.
In totale sono previste 140 giornate di utilizzo, di cui 135 da parte del gestore Formula Imola e 5 da parte del Comune di Imola. Le giornate di gare sono 24; sono 7 le giornate festive di totale apertura al pubblico e 41 le apertura pomeridiane della pista al pubblico. In totale, con l’attività dell’impianto nel 2014 si prevede l’arrivo di oltre 200 mila fra clienti e spettatori.

Le osservazioni insistono su diversi fronti: “Evitare la concentrazione di attività particolarmente rilevanti e pertanto impegnarsi nel diluirle nell’arco della stagione sportiva. Un impegno, sulle giornate di attività (in ipotesi) in deroga ai limiti di immissione, evitando la coincidenza con il calendario scolastico del plesso Pelloni Tabanelli per un numero di giorni non superiori a quelli del 2013”.

Ed è su questo “non superiore” che si attestano le preoccupazione del neonato comitato “Vivere Montebello” che già considera non compatibili con l’attività scolastica le giornate rumorose del 2013.

Infine, Formula Imola, in adesione alle osservazioni proposte dal Comune, ha fatto sapere di avere implementato le procedure operative sul tema acustico dotandosi di ulteriori due fonometri utili alla verifica delle attività di pista, in particolare per le giornate non in deroga.
Il Calendario approvato verrà presentato al Tavolo delle Imprese lunedì 10 marzo promuovendo inoltre un confronto approfondito sul progetto strategico di sviluppo dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari che vedrà, nelle prossime settimane, alcuni interventi importanti che guardano al futuro dell’impianto stesso e che partiranno dalla nuova “Piazza Autodromo”.