Bologna, 10 marzo 2014. Sanzione di circa 1,898 milioni di euro alle società Hera e Herambiente per abuso di posizione dominante nei mercati collegati alla raccolta differenziata di carta in numerosi comuni dell’Emilia Romagna. Lo ha deciso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.
E perchè vi stupite? Hera è una SpA e come tale si comporta: finiti i tempi delle municipalizzate dove il prezzo finale era determinato dal costo effettivo del prodotto servito, una quota di ammortamento e aggiornamento impianti, costo del personale e poco altro in aggiunta. Ora, se il capitale investito è tot, la rendita deve (voce del verbo dovere) essere tot. Si dispone di tanta bella carta raccolta e non si deve approfittare di un'altra Spa, di proprietà, per farla fruttare come si deve? Dimenticatevelo, qui conta il profitto.

(Mauro Magnani)

Ps: indovinate chi sarà, ancora una volta, a pagare la multa! come? avete di già indovinato? Bravi!