Imola. Brutta sconfitta, la terza consecutiva in campionato col Castiglione Murri, per la Virtus che non riesce più a trovare la via del canestro. “In attacco non facciamo più canestro – attacca il direttore sportivo Carlo Marchi -. Siamo partiti male, nel primo quarto abbiamo segnato solo otto punti (cosa che ci succede troppo spesso ultimamente). Abbiamo cercato di recuperare, ma, ancora una volta, sul più bello non siamo riusciti ad approfittare del momento buono”.

Crisi di punti, insomma, in casa Virtus. Le percentuali d’attacco sono precipitate rispetto ad inizio stagione: la squadra di adesso è solo una lontana parente di quella che segnava più di 70 punti a partita. “Probabilmente il ko contro Bergamo all’ultimosecondo ci ha tagliato le gambe e demoralizzato – puntualizza Marchi -. L’unico modo per uscire da questo impasse è vincere una partita, magari anche giocando male, ma ci sbloccherebbe di colpo. Ci proveremo già da domenica prossima. Non è possibile che i ragazzi si siano dimenticati in un amen quanto di buono fatto finora”.

Il primo posto, purtroppo, è solo un’utopia, ma “ci sono ancora tre partite, vogliamo avvicinarci ai playoff nel migliore dei modi. Se siamo stati in grado di disputare un girone d’andata come quello che abbiamo fatto, non vedo perché non possiamo ripeterci. Prendiamo gli ultimi tre match come uno stimolo a ritrovarci e a tornare ai livelli che ci competono”.

CASTIGLIONE MURRI        69

NPC VIRTUS IMOLA           60

Castiglione: Mantovani, Verdi ne, Iattoni 9, Beccari 17, Lollini 17, Lugli 7, Botteghi 4, Secchi, Bergami, Albertini 15. All.: Carretto.

Imola: Dalmonte ne, Pieri, Sabattani ne, Corazza 2, Grillini 12, Massari 6, Guglielmo 7, Preti 10 Francesconi 6, Porcellini 17. All.: Solaroli.

Parziali: 17-8, 35-27, 44-39.

Spettatori: 250.