Imola. Abbattuto ogni record di attesa per acquistare i 1600 biglietti in vendita per il concerto che Luciano Ligabue terrà il 31 marzo al palaRuggi. Alice Tonelli e un'amica hanno dormito in auto nelle vicinanze del palazzo dello sport dalle 23 del 27 marzo e, quando si sono sevgliate verso le 4.30 del 28, hanno visto già una fila lunghissima e sono corse a prendere posto. In tal modo sono riuscite a ottenere un tagliando attorno al numero 190. Per ripararsi dalla pioggia battente, alcuni ragazzi si sono messi in fila al riparo di piccole tende e altri hanno costruito un gazebo fra due auto sotto il quale in tanti si sono rifugiati. Anche Marco Cavina è riuscito nell'impresa di prendere il tagliando per l'agognato biglietto così come molti studenti delle scuole superiori di Imola e dei primi anni dell'università, coperti con giacche a vento e felpe.

Naturalmente, per un evento così importante si sono mosse persone da tutta la regione, da Bologna, Faenza, Solarolo, Ravenna e altri luoghi ancora della Romagna. Alle 11 del 28 marzo, sotto un sole marzolino ancora in fila stavolta per i biglietti (al massimo due al prezzo di 50 euro l'uno per ogni tagliando) e dunque il pienone, come prevedibile, è garantito “al limone”. A dare conforto ai ragazzi, il chiosco Strike è stato aperto tutta la notte per servire soprattutto caffè e cioccolata in tazza.

(m.m.)