Imola. Dopo un anno di consiglio comunale, con parecchi attacchi inusuali al sindaco Daniele Manca e alla giunta, il capogruppo di Insieme si vince Andrea Zucchini si ripresenta là dove era partito. Ovvero, dal cinema Don Fiorentini (il 5 aprile alle 17.30) dove aveva cominciato la campagna elettorale un anno fa. Il consigliere comunale annuncia “un paio di rivelazioni importanti” oltre a ricordare tutto ciò che ha fatto dalla sua elezione fino ad ora con le Jene in consiglio comunale e l'occupazione dello stesso con le catene alle porte, le entrate “spettacolari” con il megafono e tanto altro ancora. Sono invitati tutti i cittadini, a partire dal sindaco, assessori e consiglieri comunali. Ma la giunta difficilmente si farà vedere. “Perché? – si chiede Zucchini -. Se fossi il sindaco andrei a sentire il parere di tanti cittadini, faremo il pienone, e a rispondere. Forse non è capace di giustificare l'aumento di tante tasse comunali? Io, se mi invitassero alla festa dell'Unità (non si chiama più così, ndr) ci andrei subito, non ho niente da nascondere, anzi.

Zucchini farà la sua iniziativa nello stesso giorno nel quale il Movimento 5 stelle porterà Alessandro Di Battista e altri esponenti pentastellati in piazza Gramsci. “Nessun problema – rassicura il capogruppo di Insieme si vince -, loro mi hanno assicurato che passeranno alla mia manifestazione e noi andremo alla loro che inizierà alle 19.30 circa. I rapporti sono buoni”. Al termine, aperitivo popolare per tutti.