Dozza (Bo). Dopo Cassero Jazz, due serate di alto livello e speciali per il clima in sala con un feeling fra artisti e pubblico non frequente, il jazz di qualità sbarca a Dozza al Teatro comunale. Un fine settimana, da venerdì a domenica, di grande interesse, dedicato alla scena jazzistica nazionale come è tradizione della rassegna dozzese, tappa di “Crossroad”.

La 12ª edizione inaugura stasera, 4 aprile, con la presentazione del nuovo progetto “# 1: Roots” del contrabbassista imolese Roberto Bartoli, che sarà affiancato da Pasquale Mirra, blasonato vibrafonista ormai attivo a livello europeo con collaborazioni di rango come quelle con Michel Portal e Hamid Drake e dal percussionista Danilo Mineo.

Sabato, 5 aprile, si inizia alle 18 all’Enoteca regionale. Luca Vitali presenta con Libero Farnè, della rivista “Musica Jazz”, il suo libro “Il Suono del Nord – la Norvegia protagonista della scena jazz europea”. Si parla della poco conosciuta ma importante scena jazzistica norvegese, che ha svolto un ruolo fondamentale nell’emancipazione del jazz dalle radici afroamericane. Un percorso avviato negli anni ’60 con l’arrivo a Oslo di George Russel fino ai giorni nostri che ha creato una delle scene più innovative e originali al mondo. L’autore ne fa l’oggetto di un appassionato racconto dei concerti, dei musicisti, dei club , delle etichette, dei festival e di incontri, come quello avvenuto a Bologna fra il futuro patron di ECM Manfred Eicher e un giovanissimo Jan Garbarek.

Particolare attesa per la serata dedicata a Sean Bergin, sassofonista di origine sudafricana, uno dei grandi protagonisti della scena jazz creativa europea degli anni ‘60/’70. Scomparso nel settembre 2012 dopo lunga malattia, Sean Bergin aveva partecipato a Dozza Jazz nel 2010 ospite del sestetto “Deep Down Sextet” della sassofonista veronese Cristina Mazza, insieme a suoi due vecchi amici sassofonisti Daniele D’Agaro e Bruno Marini. In quell’occasione si esibì anche in un indimenticato splendido e coinvolgente solo in Enoteca. A rendergli omaggio sono stati chiamati musicisti che hanno condiviso con lui un lungo tratto di percorso artistico e musicale, il citato Daniele D’Agaro che ha suonato con lui fino alla sua scomparsa e il contrabbassista Roberto Ballatalla  rientrato in Italia dall’Inghilterra, dove ha vissuto e lavorato  per un lunghissimo periodo e che ha condiviso con Bergin l’esperienza di “ Viva la Black”, mitica formazione guidata dal batterista sudafricano Louis Moholo. D’Agaro aprirà la serata col percussionista Saverio Tasca alla marimba mentre Ballatalla si presenterà con il “Re-Union Trio” insieme al sassofonista Sandro Satta  e al batterista Fabrizio Spera. La serata sarà chiusa da tutti i 5 musicisti con un insolito e inedito quintetto.
Farà da cornice ai tre concerti della rassegna una mostra fotografica con scatti di Mario Sabbatani realizzati durante i concerti di Bergin a Dozza e Imola.

Chiude domenica 6 aprile “Youlook”, la nuova proposta sonora dell’affermata e brava vocalist Luisa Cottifogli, in trio con i piemontesi Aldo Mella al contrabbasso e Gigi Biolcati alle percussioni. Un’effervescente ricerca musicale e vocale tra territori stilistici, senza confini presentata da tre eccellenti musicisti: una voce che “suona” la voce trasformandosi in tromba o chitarra elettrica, un percussionista che canta, percuote a mani e piedi nudi includendo nel suo set tabla, cajon, sansa e parti del suo corpo, un contrabbassista che si diverte a imbracciare un basso a sei corde per suonarlo come una chitarra e si avventura nel post rock. Con “Youlook” il jazz d’autore e i brani originali incontrano i vecchi successi del rock e del pop rivisitati, la canzone incontra la libertà dell’improvvisazione e della “sinfonia” progressive.
In conclusione, un altro fine settimana di emozioni e di grande musica. Tutti i concerti iniziano alle 21 e si tengono al Teatro comunale di Dozza.

(v.g.)

Il programma
Venerdì 4 aprile, ore 21, Teatro comunale
ROBERTO BARTOLI /PASQUALE MIRRA /DANILO MINEO TRIO in “#1: ROOTS”
Roberto Bartoli – contrabbasso
Pasquale Mirra – vibrafono
Danilo Mineo – percussioni

Sabato 5 aprile, ore 18, Enoteca regionale dell'Emilia Romagna
Presentazione del libro “Il Suono del Nord – La Norvegia protagonista della scena jazz Europea” (Auditorium Edizioni) di Luca Vitali. Parteciperanno Luca Vitali e Libero Farnè

Sabato 5 aprile, ore 18, Teatro comunale, ore 21
DANIELE D'AGARO & SAVERIO TASCA in “OMAGGIO A SEAN BERGIN”
“Composizioni di Sean Bergin, Daniele D'Agaro & libere improvvisazioni
Daniele D'Agaro- sax tenore e clarinetto – Saverio Tasca – marimba
RE – UNION TRIO (Sandro Satta – sax alto, Roberto Bellatalla – contrabbasso, Fabrizio Spera – batteria)
“MY OWN BERGIN”, mostra fotografica di Mario Sabbatani

Domenica 6 aprile, ore 21, teatro comunale  
“YOULOOK”
Luisa Cottifogli – voce – campionatore
Aldo Mella – contrabbasso – basso elettrico