Imola. Ci sono novità nella manifestazione “Le case della scienza” che si terrà dal 9 al 13 aprile. Il programma della manifestazione si apre mercoledì 9 aprile alle 20.30 con una serata all’Osservatorio Astronomico Alfio Betti organizzata dal Associazione Astrofili Imolesi. Sarà possibile osservare la Luna e Giove o in caso di maltempo assistere a una conferenza divulgativa sui moti di rotazione e rivoluzione terrestre.

Giovedì  10 aprile alle 20.30 nella Sala Miceti è previsto un interessante incontro con Giovanni Laffi direttore del Conase, (Consorzio Nazionale Sementi) che parlerà di agricoltura e sostenibilità. La produzione agricola è in grado di sostenere l’attuale crescita demografica? Quali tecniche in particolare nel settore dei cereali sono state sviluppate per far fronte al crescente fabbisogno alimentare? Quali contributi possono dare le moderne tecniche di coltivazione per uno sviluppo sostenibile? Queste e molto altre domande in un dibattito sul futuro dell’agricoltura.

Venerdì 11 aprile dalle 14.30 sarà possibile visitare i laboratori dell’ Istituto tecnico per Chimica, Materiali, Biotecnologie L.Ghini, che partecipa all’edizione 2014 della manifestazione anche con un incontro in programma lo stesso giorno alle 17.30 nell’Aula Magna dell’Istituto: Strategie essenziali su piccola e grande scala per uno sviluppo sostenibile con Fabio Fanti, biologo e Luciano Tura, chimico.

Ancora venerdì 11 aprile alle 20.45 in Sala Miceti l’Associazione Astrofili Imolesi e Il planetario.it, offriranno una serata dedicata agli esopianeti, ovvero a quei corpi celesti all’interno della nostra galassia, individuati di recente dalle più moderni telescopi, che hanno le caratteristiche per ospitare potenzialmente la vita. Seguirà in anteprima nella cupola gonfiabile appositamente allestita la proiezione di “Space opera”, uno spettacolare film-documentario in cui si immagina di viaggiare su un'astronave aliena all'esplorazione del Sistema Solare che, tra scienza e fantasia, riuscirà a regalare emozioni uniche e momenti di profonda riflessione sulla natura umana. Il planetario gonfiabile sarà a disposizione delle scuole alla mattina e nel week end per il pubblico da venerdì 11 a domenica 13 aprile.

Sabato 12 aprile apriranno le porte per i più curiosi in trasferta lo Stabilimento di Borgo Tossignano della Coop Ceramica di Imola (ore 9.30), dove sarà possibile vedere come il fuoco forgia la terra per trasformarla in materiale, resistente, duttile e elegante, e la Cantina dei Colli Romagnoli (ore 12) che farà apprezzare uno dei più celebrati prodotti della terra, il vino.

Ancora sabato 12 aprile dalle 9 a Casa Piani, Sezione ragazzi della Biblioteca comunale di Imola, l’Associazione Nel Giardino Nella natura propone un laboratorio per ragazzi e ragazze dal titolo I piaceri dell’orto e del giardino. Dalle ore 15.30, con ritrovo presso il Museo di San Domenico, parte La strada delle tartarughe, percorso guidato per bambini e adulti dal Museo Giuseppe Scarabelli allo Zoo Acquario di Imola insieme agli esperti Centro di Educazione alla Sostenibilità del Circondario Imolese.

Domenica 13 aprile dalle 9.30 il programma propone una passeggiata nel Parco della vena del Gesso Romagnola, con soste e degustazioni presso alcune aziende agricole della zona e alle 15.30 conclusione del percorso nella nuova sede del Centro visitatori del Parco presso il Palazzo Baronale, che viene inaugurata nello stesso giorno.

Il Science Center “Tutti giù per Terra” in Sala Miceti accoglierà al mattino a partire dal 10 aprile le classi in visita, che potranno scegliere fra una vasta offerta didattica, messa a disposizione da ScienzaE, Geolab, Bosco della Frattona, Planetario.it, Istituto tecnico per Chimica, Materiali, Biotecnologie L.Ghini, Istituto di Istruzione superiore F. Alberghetti, e Sacmi. Ugualmente nel week end i laboratori sulla natura saranno proposti a tutti i piccoli e grandi scienziati che vorranno partecipare.