Medicina. Per l'ennesima volta cocaina spacciata nel territorio del circondario. E' accaduto venerdì 4 aprile di notte mentre i carabinieri stavano effettuando una serie di controlli in via San Vitale. All’altezza della rotonda Giuseppe Pulicari, un conducente alla guida di una BMW cabrio, ha ignorato l’alt dei militari e si è diretto a tutta velocità in direzione di Bologna.

I carabinieri lo hanno inseguito e raggiunto all’altezza di un’area di servizio situata a Ozzano Emilia. Il soggetto, 36enne, nato in Francia e residente a Castel San Pietro Terme, si è giustificato dicendo di aver evitato il controllo perché la polizza assicurativa relativa all’auto era scaduta, affermazione appurata dai militari ma poco convincente, soprattutto in considerazione dei numerosi precedenti di polizia a carico dell’uomo, tra cui una condanna a due anni di reclusione e una multa per un reato in materia di stupefacenti.

I sospetti dei militari dell'Arma sono stati confermati dal rinvenimento di 790 euro in contanti che il 36enne aveva in tasca e 5.1 grammi di cocaina racchiusi all’interno di una scatola di medicinali nascosta nello sgabuzzino dell’abitazione. La perquisizione nella casa ha consentito, inoltre, il rinvenimento di 6.000 euro in banconote di vario taglio, due bilancini di precisione e del materiale di plastica utilizzato per il confezionamento della sostanza stupefacente. Il 36enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della sentenza prevista per il mese prossimo.