Imola. Lunedì 7 aprile è stato approvato in consiglio comunale il nuovo ''Regolamento per le attività di acconciature, estetista, tatuaggio e piercing'' in sostituzione dei precedenti risalenti al 2000 e 2008.  Attualmente sono circa 200 le attività presenti nel Comune imolese, 130 circa sono le attività di acconciature, 60 circa le estetiste e 2 tatuatori.

“Il regolamento è frutto di un lavoro comune, coordinato dalla Provincia di Bologna, ha visto la collaborazione dei Comuni del territorio provinciale, dell'Ausl di Bologna e Imola, delle associazioni di categoria – sottolinea Elisabetta Marchetti, assessore all’Artigianato e Commercio -. Il risultato di questo lavoro comune è un insieme di norme omogenee, per la prima volta valide per tutto il territorio provinciale. Il nuovo regolamento semplifica tutti i procedimenti di apertura, trasferimento o modifica delle attività, riduce le superfici minime dei locali di esercizio e offre la possibilità di condividere lo stesso locale da parte di più operatori agevolando così nuove giovani attività che potranno essere avviate con minori costi. Nel regolamento sono altresì indicati tutti i requisiti igienici dei locali e regolamentate le attività al fine anche di contrastare l'abusivismo in questi settori”. Il regolamento entrerà in vigore dal primo maggio.