Imola. Cosa succede nella nostra casa? Nella psicologia di ciascuno di noi dovrebbe essere il luogo più sicuro, quello che ci fa sentire a proprio agio, che ci ridà le energie perse durante la giornata. Ma è così? In realtà spesso non ci rendiamo conto di quanto le nostre case siano cariche di sorgenti di inquinamento e disturbo, come radiazioni elettromagnetiche di telefonini e wifi, sostanze chimiche, materiali isolanti e vernici, illuminazione artificiale e lampadine più o meno “ecologiche”. L’incontro organizzato dall’associazione Cambiavento vuole dare una risposta a questi quesiti. L’appuntamento è per sabato 12 aprile, ore 17.15, all’Osteria Soul Kitchen (via Cavour 2/E). Parteciperà Marco Nieri, ecodesigner, esperto in edilizia bioecologica e progettista di giardini terapeutici.

Visto che nella nostra giornata trascorriamo circa il 90% del tempo in ambienti chiusi, di cui almeno la metà nella nostra abitazione, i materiali, le tecnologie, le finiture con cui siamo in contatto ed il luogo in cui ci troviamo possono in qualche modo influenzare il nostro stato di salute?
L’incontro si propone di informare in maniera semplice e diretta gli spettatori sull’influenza che tutto questo può avere realmente sulla nostra salute, fornendo esempi, indicazioni e semplici consigli pratici su come rendere più sano o addirittura benefico il nostro spazio di vita e di lavoro, attingendo a studi scientifici, pratiche di edilizia bioecologica e ricerche in campo bioenergetico.

Al termine aperitivo con degustazione di prodotti di Cambiavento.