Imola. Dopo l'annuncio dell'addio di Sergio Prati, Legacoop ha deciso il nome del successore. Si tratta di Domenico Olivieri, vicepresidente ed ex presidente di Sacmi. Prati, dopo 22 anni passati in Legacoop Imola, di cui oltre 13 da Presidente, lascia infatti la carica a seguito dei più pressanti impegni, cui è stato chiamato a ricoprire, come presidente di Assicoop Imola, agente generale del Gruppo UnipolsaI per il Circondario imolese, nonché componente la giunta e vice presidente della Camera di Commercio di Bologna. L'ex numero uno di Legacoop resterà anche alla guida dell'Alleanza delle cooperative italiane di Imola.
La scelta di Olivieri rappresenta un segno di continuità in quanto già vice presidente dell'associazione dal 2011. Fin dal suo insediamento a presidente di Sacmi nel 2001 ha infatti collaborato ed operato per l'associazione maturandone una profonda conoscenza. E' subito entrato a far parte sia del Consiglio di presidenza di Legacoop Imola, organo composto dai presidenti delle maggiori cooperative/società aderenti aventi sede nel Circondario imolese (oggi vi è in quanto amministratore delegato di Hps, società del gruppo Sacmi, aderente a Legacoop Imola) che divenuto componente di vari organi regionali e nazionali di Legacoop, nonché consigliere di Coopfond Spa e del Ccfs.
Ha quindi una pluriennale esperienza nell'ambito dell'associazione che lo ha chiamato nel 2012, quale vice presidente di Legacoop Imola, a far parte anche del Comitato operativo dell'Alleanza delle cooperative italiane Imola.

La nomina di Olivieri a presidente di Legacoop ha poi reso vacante la carica di vice presidente dallo stesso ricoperta, prontamente affidata a Raffaele Mazzanti, storico presidente della Cooperativa Aurora Seconda ma anche consigliere e componente il Comitato esecutivo della Bcc Ravennate Imolese, presidente del Comitato locale sempre della stessa Banca, presidente dal 2013 del Consorzio Asscooper e conseguentemente consigliere di diverse società dallo stesso controllate, ed infine anch'egli già nel Comitato operativo dell'Aci.

Grandi cooperatori e persone con comprovata conoscenza del mondo cooperativo e delle sue strutture associative che, alla luce anche dei cambiamenti organizzativi che Legacoop Imola si è data per rafforzare la collaborazione con Confcooperative, sotto l'egida dell'Alleanza, onde traguardare alla costituzione di una unica associazione imprenditoriale, sicuramente sapranno portare tutte quelle energie, competenze e professionalità, di cui un simile passaggio necessita e per supportare al meglio le cooperative associate anche in futuro.
Il nuovo assetto di Legacoop Imola potrebbe poi implicare nuove e ulteriori collaborazioni con le cooperative associate nell'ottica di dare servizi sempre più efficienti e diversificati con una struttura associativa più snella ma altrettanto qualificata.

La collaborazione di Sergio Prati con l'associazione è però destinata a proseguire in quanto al momento rimane componente del Consiglio di presidenza di Legacoop Imola e presidente dell'Aci e in quanto tale componente anch'egli il Comitato operativo dell'Alleanza, organo individuato per organizzare integrare e omogeneizzare l'operatività delle strutture associative dell'Alleanza.