Imola. Un grande evento dal 1° al 4 maggio per ricordare il grande campione Ayrton Senna e, non dimentichiamolo, Roland Ratzenberger, a vent'anni dalla loro morte all'autodromo “Enzo e Dino Ferrari reso possibile dall'impegno di FormulaPassion.it. Tanti i piloti presenti, a cominciare dalla coppia Ferrari con Alonso e Raikkonen a campioni del passato quali Jarno Trulli, Gherard Berger, Riccardo Patrese, David Coulthard e altri ancora per una riflessione su quei due terribili incidenti che cambiarono la storia della Formula Uno verso un'evoluzione per una maggiore sicurezza nei Gran premi e in modifiche sostanziali al circuito del Santerno. Ci saranno tante iniziative di richiamo per i tanti che amavano il brasiliano dal sorriso malinconico che aveva mietuto successi ovunque, a partire dal recordo delle pole position. Si parte alle 9 del primo maggio con una gran parata di auto e moto in pista dietro alla safety-car alle 9 per proseguire con l'intitolazione della piazza Ayrton Senna alle 13.45 vicino alla curva del Tamburello e, alle 21, una cena di beneficenza sulla terrazza dei box in favore dell'Instituto Ayrton Senna con diretta Raisport dalla piazza Matteotti su maxischermo.

Giovedì 1 maggio alle 17,30 in autodromo verrà presentato il libro “Lassù non ci sono muretti…” la cui ristampa è stata resa possibile grazie all'Istituto Senna ed al Nuovo Diario Messaggero. A presentare il volume saranno Paolo Simoncelli, Andrea Ferri (direttore del Nuovo diario Messaggero), Claudio Giovannone (Padrino per l'Europa Instituto Ayrton Senna), e Mirco Cantelli, assessore all'autodromo che curò la prima edizione del volume nel 1994.

Il 2 maggio sarà dedicato a uno degli sport preferiti da Ayrton, una gara di Kart e il 4 maggio a un'altra passione del campione brasiliano con una gara ciclistica alle 11 all'autodromo con la presenza ai microfoni di Francesco Moser e Vittorio Adorni che divenne campione del mondo proprio a Imola nel 1968. In mezzo, mostre fotografiche, convegni, il 3 maggio un'esclusiva di un filmato “Maggio 1979: Parla Ayrton” e un ricordo di Senna con Leo Turrini e Dino Zoff, campione del mondo di calcio nel 1982 in Spagna.

L'idea degli organizzatori, in testa Ezio Zermiani e il sindaco Daniele Manca, è stata anche quella di coinvolgere la città e il centro storico. Venerdì 2 maggio dalle 21 in piazza Matteotti il concerto che vedrà protagonisti la Red House Blues Band Band formata dai tecnici della Ferrari; The Rock Alchemist Autore di un brano tributo a Senna; i Stellavox Cover dei Rolling Stones; Beatlesiani d'Italia Associati (Senna era amico di George Harrison); Rolando Giambelli & The Beatle People Cover dei Beatles; Paolo Montevecchi autore del brano dedicato a Senna che cantava Lucio Dalla e Ivete de Souza Associazione pau brasil. A seguire Spettacolo di Proiezione Monumentale dedicata ad Ayrton Senna a cura di Digialta. Conduce la serata Ezio Zermiani.

Giovedì 1° maggio e venerdì 2 una mostra sarà allestita in piazza Matteotti. Nei giorni successivi sarà posta all'interno dell'Androne del Comune di Imola. Oltre a 16 vignette di Giorgio Serra in arte “Matitaccia” c'è una foto in cui si vedono oltre a Senna, il giornalista imolese scomparso Ezio Pirazzini e Giorgio Serra che consegna ad Ayrton tutti i disegni che gli aveva dedicato negli anni. Quasi tutti i disegni che verranno esposti, escluso l'ultimo – Ayrton sul muretto realizzato appositamente per l'Ayrton Senna Tribute 1994-2014 – ed altri recuperati dai giornali dallo stesso Serra, sono stati inviati dalla famiglia di Senna.

Il sindaco Manca invita tutti a partecipare con una lettera: “La nostra città, terra di passione per la velocità e per tutto ciò che ruota intorno al mondo dei motori, è stata profondamente segnata, 20 anni fa, da uno dei weekend più tragici della storia della Formula 1. In quel fine settimana, a cavallo tra aprile e maggio, perirono, in altrettanti incidenti, due piloti con due storie molto diverse, eppure accomunate dallo stesso, terribile epilogo. Imola ha deciso perciò di ricordare insieme Roland Ratzenberger e Ayrton Senna, il pilota austriaco e il campione fra i più grandi di tutti i tempi, con un evento internazionale che si terrà dall'1 al 4 maggio nell'autodromo “Enzo e Dino Ferrari”, preceduto il 30 aprile (anniversario della morte di Ratzenberger) da un'anteprima. La giornata del 1° maggio, nel ventennale della scomparsa, sarà in particolare dedicata alla commemorazione di Senna e al ricordo di un personaggio anche umanamente non comune, tanto talentuoso alla guida dei bolidi di Formula quanto capace di sensibilità e dotato di una ricca spiritualità. Sarei dunque onorato se volesse essere presente alla nostra iniziativa, che prevede tanti momenti, in autodromo e nel centro certamente in grado di suscitare, nel cuore di chi ha amato e ammirato Ayrton, sentimenti ed emozioni forti”.

Il programma completo del,la quattro giorni >>>>

(Massimo Mongardi)