Imola. Piccolo “giallo” in consiglio comunale il 14 maggio. Il sindaco Daniele Manca ha lasciato l'aula poco prima delle 16 e ha chiesto al consigliere del Movimento 5 stelle Daniele Baraccani, scrive la consigliera Claudia Resta del M5S su Facebook “di rinviare la sua interrogazione rivolta al primo cittadino sulla sua presenza alla guida della città per i cinque anni del mandato perchè doveva andare a Bologna per un incontro sulle cooperative”.

Più tardi, in una mozione sempre del Movimento 5 stelle si parla dell'assenza del sindaco e degli assessori che secondo i pentastellati dovrebbero essere sempre presenti ai consigli comunali salvo impegni per motivi familiari o istituzionali e la presidente Paola Lanzon giustifica Manca: “Non so gli altri, ma il sindaco è nel suo ufficio a lavorare”. Come, non era andato a Bologna? Forse era già tornato. Ma allora perché non si è presentato in aula per rispondere all'interrogazione di Baraccani visto che la seduta era ancora in corso? Ai posteri l'ardua sentenza. Intanto, la mozione del Movimento 5 stelle sulla presenza della giunta, salvo impegni importanti, in consiglio viene bocciata dal Pd.

(m.m)