Medicina.Onelio Rambaldi, candidato del centrosinistra, resta sindaco con il 55,66% delle preferenze (era al 51,26 nel 2009) con un Pd attorno al 50% e l'alleata Medicina Democratica e Solidale che supera il 4%. Al secondo posto, buona perforrmance della portavoce del Movimento 5 stelle Kim Bishop al 24,77% (con una lista civica aveva raggiunto l'8,55% cinque anni fa), mentre molto staccati rimangono gli altri tre concorrenti: Maria Grazia De Martino con “Io amo Medicina” vicina a Forza Italia è al 7,22%, Francesco Landi del Nuovo centrodestra al 6,61% (il centrodestra perde più del doppio del suo elettorato guardando al 2009) e Rifondazione comunista con Enrico Raspadori è ultima al 5,75%. In consiglio comunale dovrebbero entrare 9 Pd e uno di Medicina Democratica e Solidale, 4 grillini, la De Martino e Landi.

“Era la prima volta che a Medicina si votava con la possibilità del ballottaggio e non nego che avessimo qualche preoccupazione – sottolinea Rambaldi – quindi ci siano attrezzati con liste di appoggio che sono state apprezzate. Il voto premia sia la continuità sia la voglia di innovare. Quindi per la giunta penso di confermare alla Culturaa Matteo Montanari, Dilva Fava al Sociale e Mauro Balestrazzi al Bilancio. Gli altri due assessori saranno nuovi”.

(m.m.)