Imola. Brasile in evidenza, non solo per i mondiali di calcio ma anche per la musica che pervade le serate dell'estate imolese. Questa sera, 19 giugno, appuntamento al Caffè della Rocca alle 21.30 per il secondo appuntamento della rassegna “La vena del jazz”. La brava cantante bolognese Silvia Donati presenta la sua nuova fatica discografica ““Tre””. Ad accompagnarla due ottimi musicisti come Giancarlo Bianchetti alla chitarra e Roberto Rossi alle percussioni. Entrambi condividono con la Donati, specialista del genere, la passione per la musica brasiliana. Silvia Donati, due cd all'attivo, “Days” e Seed Journey”, con composizioni originali di Philip Larkin e Gregory Corso, vanta nel suo percorso artistico collaborazioni con alcuni tra i migliori artisti italiani, come S. Gibellini, P. Tonolo, R. Chicco, A. Tavolazzi, D. Rea, N. Stilo, A. Borsari, C. Atti, J. Villotti oltre allo stesso Bianchetti. Nell'ambito della musica brasiliana ha collaborato come cantante e autrice di testi ad un progetto discografico di Nicola Stilo con special guest Toninho Horta. Da tre anni è ai primi posti della top ten della rivista “Musica Jazz” nella sezione “Voci femminili”.
 

Giancarlo Bianchetti, chitarrista riminese, ha un lungo e prestigioso curriculum concertistico con collaborazioni con musicisti come Steve Grossman, Tony Scott, Carlo Atti, Marco Tamburini, Ares Tavolazzi, Sandro Gibellini, Tullio De Piscopo, Luciano Milanese, Marcello e Pietro Tonolo, i fratelli Pingone. Collabora con Silvia Donati dal 1990.

Roberto Rossi, batterista e percussionista, ha suonato con Ray Mantilla e i Bossa Nostra. Fondatore de i Mansueto. Ha viaggiato in Brasile approfondendone la conoscenza del patrimonio ritmico musicale. Collabora con molti musicisti brasiliani residenti in Italia.

Insomma una serata che vale davvero la pena passare sotto i torrioni della Rocca sforzesca per riascoltare i brani di Chico Buarque, Milton Nascimento, Guinga, ma anche composizioni originali.

(v.g.)