Castel San Pietro (Bo). Sarà Massimo Priviero, il 2 luglio, a dare il via alla quarta edizione della rassegna di musica e teatro “I Suoni degli Angeli” che l'associazione “Il Giardino degli Angeli Onlus” offre alla città durante l'estate, al fine di raccogliere fondi a favore della ricerca sulle malattie metaboliche infantili e per il sostegno ai genitori che devono assistere i loro bambini.

Priviero è un cantautore veneziano che all'esordio fu definito “la risposta italiana a Springsteen” e che vanta importanti collaborazioni come Little Stevens e Massimo Bubola. A i “Suoni degli Angeli” presenterà il suo tredicesimo album dal titolo “Ali di Libertà”, oltre alle sue hit più celebri.

Il 7 luglio la musica lascerà posto al teatro e al recital di Vito. L'attore bolognese, al secolo Stefano Bicocchi, in questo spettacolo racconta donne e uomini padani, personaggi che corrono da Bertoldo fino al Fellini di Amarcord. Storie vere e inventate dove i personaggi della fantasia si mischiano a quelli della realtà.

La rassegna, dopo questa prima doppia imperdibile occasione di relax fra le siepi profumate e i salici del Giardino, riprenderà a fine agosto con quattro proposte fra musica, teatro e cabaret. Il 25 agosto si esibirà il gruppo Khorakhanè. Nato come tribute band di Fabrizio de Andrè il sestetto trova poi una propria personale collocazione nella musica d'autore italiana, proponendo una originale miscela di stili e generi di sicuro effetto.

Il 27 agosto sarà poi il turno dell'orchestra “Attenti a Noi 2” composta da Silvia Gisani, Eugenio Pasquali e altri bravissimi musicisti con l'aggiunta del noto attore comico Pippo Santonastaso. Insieme ci guideranno in un percorso comico-musicale dagli anni '30 agli anni '70 fra gli italici difetti.

Per proseguire la rassegna è stato invitato Ivano Marescotti che, il 29 agosto, leggerà “Bla Bla Bla”, uno spettacolo “sulle pestilenze linguistiche dalla A alla Z”. Con il celebre attore romagnolo, sul palco a raccontare le idiosincrasie della nostra lingua, ci sarà anche l'autore del libro da cui è tratto lo spettacolo, Maurizio Garuti.

A chiudere la quarta edizione de I Suoni Degli Angeli, il 3 settembre ci penserà Francesco Sarcina, già voce de “Le Vibrazioni”, che ora porta avanti un progetto solista che lo ha visto fra i protagonisti dell'ultimo Festival di Sanremo. Il cantante, di origini pugliesi, che ha un album in uscita prima della fine dell'anno, si esibirà in un trio acustico.