Imola. Vigili del fuoco, la nuova caserma è ancora una chimera e intanto in quella di via Manfredi non sono stati eseguiti lavori di ristrutturazione. Ma il problema maggiore, secondo il capogruppo di Insieme si vince Andrea Zucchini che si è recato sul posto per discutere con i pompieri, è la difficoltà nell'uscita dei mezzi quando i minuti sono importanti per spegnere un incendio o soccorrere cittadini per incidenti stradali.

“Il Comune, con la scusa dell'imminente spostamento nella nuova caserma (di cui ancora non si hanno notizie ufficiali, tra cause, blocchi dei lavori e ritardi), si è sempre rifiutato di eseguire i lavori necessari di ristrutturazione con il risultato di avere addirittura alcuni portoni per la fuoriuscita dei mezzi non a norma di legge – spiega Zucchini -. Il problema più grave rimane comunque quello dell'uscita dei mezzi sulla pubblica via. Al contrario di quanto avviene nel resto d'Italia, dove non solo le caserme sono situate in zone industriali o comunque non nei centri storici e hanno a disposizione semafori con la possibilità di dare la precedenza ai mezzi di soccorso, a Imola le camionette, i fuoristrada, i furgoni, le autopompe, le autobotti, le autogru e i camion dei pompieri, non appena varcata l'uscita della caserma si trovano nel caos più totale, nel bel mezzo degli ingressi di diverse scuole (istituto magistrale Alessandro da Imola, scuole materne ed elementari Carducci). Oltre ai parcheggi a pagamento di Area blu, è il traffico a causare ritardi e a volte l'impossibilità di uscita dei mezzi di soccorso. Negli orari clou (entrata/uscita delle scuole), via Manfredi infatti è completamente bloccata dalle auto in transito o in sosta, regolare o dove capita. Per aprirsi un varco nel traffico i mezzi di soccorso possono impiegare, se tutto va bene, anche diversi minuti: un'eternità per chi li sta aspettando, coinvolto in un incidente o in un incendio”.

“Pertanto – conclude il capogruppo di Insieme si vince – chiedo al sindaco Daniele Manca di riferire in aula di quanto sopra menzionato e di prevedere un termine perentorio per la fine dei lavori e di fare luce e chiarezza sulla situazione appalti di questa caserma. Intanto, ho presentato un'interrogazione e una mozione sull'argomento”.