In questi giorni la discussione politica è dominata dalle discussioni sulle riforme istituzionali, ma ci sono altre “riforme” che stanno procedendo e che saranno ugualmente importanti per questo paese.

Ci riferiamo al tema dell’unità cooperativa, a quella Alleanza delle Cooperative Italiane che in poco tempo ha fatto tanta strada e che dà maggior forza ad un settore economico oggi strategico per l’Italia.

E allora abbiamo deciso di aprire un dialogo con il neo presidente nazionale, Mauro Lusetti.

 

Il voto per le europee ha fotografato un Paese che vuole uscire dal tunnel del lento declino, sia economico sia sociale. Che ruolo deve avere il movimento cooperativo in questa fase?

“Dal voto di maggio è uscita la fotografia di un Paese che non si arrende, che non vuole cedere alla sfiducia e allo sfascio. E se è vero – come è vero – che all’origine di questa crisi c’era un’economia che sacrificava il lavoro alla finanza, le persone alla rendita, per uscirne davvero dobbiamo aprire una fase nuova. In questo credo che la cooperazione possa giocare un ruolo importante. I nostri valori, il coraggio delle nostre imprese, la capacità di cercare ogni giorno la strada per ripartire fanno del nostro mondo un tassello fondamentale nella costruzione di un futuro migliore e di una comunità più forte e unita. Abbiamo una grande responsabilità. Tocca ora a noi giocarla bene.”

 

Il progetto dell’Alleanza cooperativa ha dimostrato che questo movimento è in sintonia con la domanda pressante che viene dalla società: progetti chiari, unità dei soggetti omogenei, proposte operative chiare. Come sta declinando l’Alleanza questa richiesta di semplificazione e progettualità nuova?

“In un Paese abituato a dividersi su tutto, l’Alleanza è davvero un’innovazione importante. Abbiamo deciso di unire le nostre strade e di farlo davvero. Di dare vita, cioè, ad un soggetto davvero nuovo, che non sia semplicemente la somma di ciò che c’era prima, un soggetto con una propria identità capace di dare risposte efficaci ai bisogno nuovi delle nostre imprese. E lo stiamo facendo sul serio: il 2 luglio abbiamo approvato lo Statuto della nuova associazione unica e unitaria e nei prossimi mesi procederemo coinvolgendo le imprese in questo percorso che non dovrà essere calato dall’alto, ma maturare innanzitutto nella nostra base.”

 

Il movimento cooperativo, nonostante la crisi, ha tenuto meglio di altri. E dove la crisi ha colpito (filiera edile) ha cercato di salvaguardare posti di lavoro e redditi. Come valorizzare questa profonda differenza tra le società cooperative e le altre?

“La crisi ha dimostrato a tutti che nelle difficoltà i cooperatori non scappano. Non chiudono l’azienda, non vanno all’estero. Addirittura, a volte, riescono a far ripartire anche le aziende di capitali fallite o in liquidazione. Ha reso evidente, insomma, che i valori che ci animano sono capaci di dare davvero una marcia in più alle imprese. L’essenziale è per noi non cedere, mai, all’omologazione, investendo viceversa su di noi

per aggiornare in modo sempre più efficace la nostra identità.”

 

Tutti i segnali dicono che i giovani stanno riscoprendo la voglia imprenditoriale e in particolare l’esperienza cooperativa. Quali progetti per dare massimo sostegno a questa tendenza?

“Il nostro impegno è proprio questo: cercare di essere molto concreti, per fare vivere i nostri valori. Legacoop ha lanciato così Coopstartup, un progetto che offre sostegni concreti e opportunità ai giovani che vogliono aprire una cooperativa. Come Alleanza delle Cooperative all’inizio di luglio abbiamo firmato con il Ministero del Lavoro un protocollo per l’attuazione della Garanzia Giovani, con il quale ci impegniamo ad aprire una rete di sportelli su tutto il territorio nazionale per raccogliere i curricula degli under 29 e metterli in contatto con le cooperative disposte ad attivare un contratto di lavoro o un tirocinio e a realizzare corsi per promuovere l’autoimprenditorialità. Vogliamo lavorare per una nuova cooperazione, capace di sostenere una nuova fase di crescita e di coesione.”

 

(m.z.)