Imola. La caccia al cinghiale è ancora praticata, anche nellle vicinanze del parco della Vena dei Gessi. Il reato è piuttosto grave: bracconaggio. Gli uomini del commissariato di Imola, in collaborazione con quelli di Ravenna e con la polizia provinciale, da qualche tempo stavano seguendo uno strano traffico di uomini e si sono insospettiti. Seguendoli con circospezione, hanno notato che di notte andavano a caccia di cinghiali. Così è scattata la perquisizione in due abitazioni dove sono stati trovati fucili e munizioni non denunciate. Il tutto ha portato alla denuncia di due persone, due uomini di 56 e 28 anni del Ravennate, per detenzione illegale di armi e munizioni oltre che di trappole per una terza che è stata sanzionata con una somma di alcune migliaia di euro.