Imola. Sarà una “festa”, nome voluto dal vescovo Tommaso Ghirelli, di San Cassiano particolarmente piena di iniziative quella che comincerà domenica 10 agosto con il concerto della filarmonica alle 21.15 nel cortile di palazzo Monsignani e si concluderà la sera del 13 agosto. La vigilia del 12 agosto sarà caratterizzata dalla pedalata con partenza verso le 17 al cippo di San Cassiano in via Villa Clelia alla presenza di Valentina Manzelli della Soprintendenza ai beni archeologici dell'Emilia Romagna che sta studiando gli scavi della vecchia cattedrale risalente al 1400 che purtroppo fu seppellita negli anni Sessanta insieme con l'anfiteatro romano. Alla sera, il gioco dei Santi e dei Santini per allietare i più giovani.

Al mattino del 13 agosto, alle 10.30 si svolgerà il Solenne Pontificale presieduto da monsignor Ghirelli con i canti eseguiti dalla Corale Perosi. In precedenza, alle 9.30 nei chiostri rinnovati del palazzo vescovile si terrà l'apertura della mostra delle associazioni artigianali e agricole e, nel secondo chiostro, delle carrozze di gala. Alle 17 verrà il momento del corteo storico in costume con la novità della partecipazione anche del Rione Rosso di Faenza. Alle 19, c'è in programma la camminata di San Cassiano. I podisti, altra news, potranno attraversare il cortile della Rocca sforzesca in entrata e in uscita.. Alle 21.15, la chiusura affidata come da tradizione alla Corale Perosi.

Monsignor Ghirelli ha precisato che quest'anno “non è stato invitato un altro vescovo perché è bene che nella festa di San Cassiano si mettano in evidenza i bisogni spirituali della città e i problemi della disuccupazione che colpisce soprattutto i giovani con particolare attenzione alla moralità e agli stili di vita delle famiglie. La festa del Patrono non è solamente onorare la tradizione, ma deve servire come stimolo per prendere più in mano il proprio destino”. Come gli altri giorni, martedì 12 e mercoledì 13 dalle 17 alle 21 sarà attivo uno stand gastronomico allestito dalla parrocchia di Mezzocolle e dal gruppo alpini “Imola Valsanterno”.