Imola. L'Ausl spera di aver trovato la quadratura del cerchio per quanto riguarda il reparto-chiave di chirurgia che nei mesi scorsi generò alcune polemiche. All'opsedale Nuovo (Santa Maria della Scaletta) saranno presenti una struttura semplice interaziendale di Chirurgia generale, dotata di 21 posti letto, che dal 4 agosto hanno come primario Daniele Antonio Pinna, neo direttore del Dipartimento delle Insufficienze d’organo e dei trapianti dell’Azienda Ospedaliero Universitaria  S. Orsola-Malpighi; una struttura semplice dipartimentale di Breast Unit (chirurgia senologica) con 6 posti letto dedicati di cui resta responsabile il Dr. Paolo Antonino Riccio e una struttura complessa di Chirurgia generale-Day Surgery guidata dal dottor Stefano Artuso, che rafforza l’ambito della chirurgia generale di un giorno come prevedeva il Piano Strategico aziendale.

“Abbiamo più volte sottolineato che la struttura polispecialistica di day surgery di Castel San Pietro ha le potenzialità per conseguire gli obiettivi regionali e nazionali di ampliamento della chirurgia di giorno – spiega il direttore sanitario Andrea Rossi – Un vantaggio per i pazienti che necessitano di interventi eseguibili in day surgery a cui, grazie alle nuove metodiche chirurgiche ed anestesiologiche, viene garantita la medesima efficacia clinica, minor invasività, una convalescenza più breve e confortevole al proprio domicilio e anche sicurezza: è infatti scientificamente dimostrato che questo tipo di organizzazione riduce l’incidenza di infezioni ospedaliere. La presenza di una unità operativa complessa e la professionalità ed esperienza del dottor Artuso ci garantiranno di traguardare questi obiettivi. D’altro lato, anche la chirurgia a maggiore complessità potrà beneficiare del nuovo modello organizzativo: con il nuovo impianto della “governance” miglioreranno efficacia ed efficienza dei percorsi e si supereranno i rischi di frammentazione e di diluizione della casistica e sarà favorita la circolazione dei professionisti e delle competenze”.

 Già dal mattino del 4 agosto Daniele Antonio Pinna ha incontrato i propri collaboratori al Santa Maria della Scaletta e sta organizzando l’attività del mese, che lo vedrà spesso in sala operatoria in prima persona.