Imola. E' partito il tentativo per salvare almeno una parte della coop 3Elle dalla difficilissima situazione finanziaria nella quale si trova anche a causa della crisi del settore edile al quale è legata come indotto. I sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil si sono incontrati con la dirigenza della cooperativa di lavorazione del legno e hanno appreso “dalla direzione che è nelle intenzioni della medesima azienda avviare un percorso di ristrutturazione aziendale, che preveda un ridimensionamento degli organici in forza alla stessa, avvalendosi della costituzione di una “Nuova Società” amministrativa e commerciale, (denominata New Co.) dal nome “5Elle”, che comprerà e/o affitterà dei possibili rami produttivi d'azienda, la Fillea Cgil, la Filca Cisl e la Feneal Uil, pur ribadendo la loro preoccupazione a un possibile rischio che determini lo smembramento dell'azienda, riaffermano con altrettanta determinatezza l'esigenza di trovare soluzioni tese a dare massima copertura alla totalità dei lavoratori, attraverso l'utilizzo di tutti gli ammortizzatori sociali possibili e a disposizione, di natura conservativa”.

I sindacati ritengono che sia necessario e indispensabile, in riferimento della vertenza della Coop 3Elle, il confronto del Tavolo regionale avente ad oggetto “la crisi delle cooperative edili e della filiera”, con un chiaro impegno del movimento cooperativo che si traduca in un progetto industriale del comparto di medio-lungo termine, attraverso processi aggregativi e che siano in grado di garantire continuità e futuro all'impresa e ai lavoratori.Nell'attesa di concordare un nuovo incontro previsto nell'ultima settimana del mese di agosto, i sindacati e le RSU si riuniranno nel coordinamento unitario, preventivo all'incontro con la direzione, definito per affrontare ed approfondire le problematiche in atto a salvaguardia dell'intera occupazione.