Imola. E' la sinistra del Pd, l'ala civatiana, a spingere con maggiore decisione verso le primarie per la scelta del/dei consiglieri regionali del circondario per le elezioni regionali di inizio novembre. Dino Pietro Tonelli afferma che “le Federazioni Provinciali che hanno ricevuto o riceveranno a breve formale richiesta di libere e aperte primarie da svolgere assieme a quelle per il presidente della Regione al momento sono: Piacenza, Parma, Ferrara, Ravenna, Forlì, Cesena, Rimini e Imola. Un moto spontaneo dal basso che imbarazza un poco la classe dirigente uscente che pensava di cavarsela con un passaggio e una pacca sulle spalle nelle varie direzioni provinciali per avere la nomina o la riconferma”. Del gruppo per ora non fanno parte Bologna, Modena e Reggio Emilia, ovvero non poco. Ma nel territorio imolese tutti, anche con la probabile benedizione del sindaco Daniele Manca, sembrano volere fare le primarie. A sfidare l'attuale consigliera regionale Anna Pariani, potrebbero essere l'ex segretario Fabrizio Castellari, l'ex sindaco di Casalfiumanese Roberto Poli o una giovane promessa della politica imolese.

(m.m.)