Imola. Manca si candida, Manca non si candida a presidente della Regione, ancora non si sa nulla di preciso a poco più di un mese dalle primarie del centrosinistra fissate per il 28 settembre. Su questo temporeggiare, arriva la frecciata del capogruppo di Forza Italia Simone Carapia: “La città non può più rimanere ad attendere i comodi del sindaco. Tutta la stampa locale parla di una sua candidatura alle regionali e il primo cittadino non si degna nemmeno di dire alla città che amministra come stanno davvero le cose. Se la sua intenzione è quella di abbandonare la nave, allora abbia il coraggio di farlo subito e di dimettersi ancora prima delle primarie, visto che la Città sta di fatto andando avanti per inerzia e senza una guida e visto che Manca non ha nemmeno presentato le linee programmatiche del Circondario la cui Assemblea si è già insediata”.

“Ci sono problemi importanti da affrontare incalza Carapia – primo tra tutti quello della crisi occupazionale, di centinaia di famiglie senza stipendio e il sindaco che fa…blocca la città in attesa che la candidatura alle regionali gli venga consegnata su un piatto d’argento. Una candidatura che sta creando mal di pancia dentro il suo stesso partito e che sarà frutto di un compromesso tra Errani/Bersani e Renzi  che, in cambio della candidatura di Manca, pare abbiano contrattato una ‘pax parlamentare’ per il prossimo autunno… in altre parole, i dissidenti del Pd in Parlamento non metteranno troppo i bastoni tra le ruote a Renzi in fatto di riforme. E’ questo il nuovo che avanza? La solita politica dell’inciucio asservita al sistema? E’ mai possibile che a governare la Regione ci debba andare un sindaco eletto nemmeno due anni fa? E allora, caro Manca, visto che alla Città non ci tieni, dimettiti subito e senza condizionare ulteriormente il futuro di Imola, una città che sta vivendo il peggior momento dal dopoguerra”.