Imola. Sono già due gli uomini in corsa per le primarie  del Pd a consigliere regionale del territorio imolese. Si tratta del vicesindaco Roberto Visani e dell'ex sindaco di Casalfiumanese Roberto Poli. Ancora incertezza sulle donne visto che si può votare un uomo e una donna. Data per certa da tempo la disponibilità dell'attuale capogruppo in viale Aldo Moro Anna Pariani, fra le papabili quella che potrebbe dar vita a una gara interessante è Francesca Marchetti, segretaria e consigliere comunale del Pd a Castel San Pietro. Come votato il 2 settembre sera in direzione, le primarie per il consigliere regionale non si terranno il giorno delle primarie per i candidati alla presidenza della Regione (28 settembre), ma sabato 4 ottobre dalle 10 alle 18 nei circoli sottoponendo a un tour de force iscritti e simpatizzanti del Partito democratico. Una decisione come da regolamento regionale contestata dai “civatiani” che avevano chiesto una deroga. Il risultato probabilmente sarà un calo della partecipazione il 4 ottobre.

Per candidarsi servono il 3% delle firme degli iscritti (131) e la stessa percentuale deve provenire da almeno 4 delle 7 Unioni Comunali in cui è suddivisa l’Unione Territoriale del Pd imolese; le firme dovranno essere consegnate entro il 10 di settembre; l’11 o il 12 settembre si terrà un’Assemblea Territoriale del Pd per presentare i candidati e votare un documento politico-programmatico impegnativo per tutto il Pd e per tutti i candidati.

“Diverse persone e anche il mio sindaco (Daniele Manca, ndr) mi hanno incoraggiato a candidarmi a tale incarico – spiega Visani -. Naturalmente cercherò di portare il dibattito non sullo scontro ma sul dibattito sui temi nei quali sono più ferrato come la sanità e il sociale senza dimenticare il lavoro, argomento fondamentale vista la crisi che stanno attraversando molte imprese”.