Imola. Una nuova antenna per la telefonia mobile da installare a Zello ha scatenato le proteste di un gruppo di cittadini che hanno convocato un'assemblea alla quale ha partecipato il capogruppo di “insieme si vince” Andrea Zucchini. “La nuova antenna, dopo mesi di critiche, non sarà più montata a fianco dei campi sportivi utilizzati dai bambini e ragazzi della frazione ma a 500 metri di distanza da questi luoghi sensibili, non cambiando di fatto il risultato – spiega Zucchini – . Da quasi vent'anni i residenti chiedono invece una linea Adsl, sempre negata ma necessaria. Con una connessione fissa, utilizzando una tecnologia facilmente accessibile e poco costosa (peraltro presente in tutta la città), le aziende e i privati che lavorano quotidianamente con internet (ma anche gli studenti per fare ricerche scolastiche o studiare) risolverebbero la maggior parte dei loro problemi, senza il bisogno di montare un'altra antenna”.

“Durante la serata – continua il capogruppo di “Insieme si vince” – ho avuto modo di capire come questi cittadini non siano per nulla considerati dalla nostra amministrazione e purtroppo si sentano abbandonati. Nonostante abbiano pagato (direttamente e indirettamente) oltre alle tasse anche enormi oneri di urbanizzazione (la zona si è sviluppata molto rispetto a quando c'erano solo campagne e case contadine), nemmeno un centesimo è rimasto sul territorio. Hanno dovuto montare, a loro spese, i giochi per bambini, dopo anni di richieste cadute nel nulla. Stessa cosa per le porte del campo da calcio. Mancano le pensiline per le fermate degli scuolabus ed i bambini devono aspettare sotto le intemperie. I mezzi pubblici passano solo tre volte la mattina, come se gli abitanti di Zello non ne avessero bisogno. Di conseguenza, ho deciso di schierarmi al loro fianco con interrogazioni e una mozione tutelando la salute pubblica e consentendogli di ottenere quei diritti e quei servizi che gli spettano, pagando le tasse al pari di tutti gli altri”.