Spett. redazione,

leggiamo, finalmente, che l'assessore Tronconi ritiene la rumorosità che dall'autodromo pervade tutta l'aerea scolastica delle Pelloni Tabanelli “Un problema che, potrebbe darsi, venga risolto con l'installazione di una barriera, entro primavera.”

Prima di tutto dalle parole espresse dal titolare dell'ambiente prendiamo atto, in maniera definitiva e inequivocabile, che il problema esiste! Purtroppo questa presa di coscienza avviene dopo anni che i genitori lamentano che presso la scuola la rumorosità è tale da rendere oggettivo, anche solo ad “orecchio”, il problema rumore e lezioni scolastiche.

Dopo la nota della Ausl, riteniamo tenuta nei cassetti e mai inviata ai genitori dei bambini frequentanti la scuola, anche solo per informarli, si viene a sapere che i bambini devono stare sigillati all'interno delle classi per potere svolgere le lezioni e alle ortiche il parco didattico di Montebello, utilizzabile solo per fare a gara a chi fa più rumore: le auto o i bambini che fanno ricreazione, che avranno pure il diritto di farla, pure giocando, nella loro scuola!

Ma veniano alle altre affermazioni di Tronconi, che dice: “visto che lo sforamento dei limiti acustici rilevato a scuola è leggero”. Così si esprime l'assessore ma siamo proprio sicuri che la realtà sia quella del leggero sforamento? Naturalmente sta all'esatto opposto, alleghiamo la stessa relazione prodotta da Formula Imola nell'ottobre del 2013 e la recente relazione di Arpa del 2014 che indicano valori attorno agli 80 dB contro i 50 dB definiti dalla zonizzazione acustica e dalla stessa Ausl imolese. In soldoni si parla di un aumento di circa 1.000 volte della grandezza fisica, alla faccia del piccolo sforamento!

Risulta evidente che lo sforamento è “leggero” solo per Tronconi. Il tecnico di Formula Imola ritiene che praticamente con qualsiasi attività motoristica la scuola Pelloni Tabanelli risulta impattata in maniera rilevante in quanto posizionata in una particolare zona morfologica. E ci mancherebbe, affaccia proprio sulla pista!

Veniamo ora alla barriera citata dall'assessore. Quella proposta a scuola nel febbraio scorso è una barriera “vegetale”. Cioè composta da alberi ed arbusti. A dire che ci vorranno circa 10/20 anni per renderla efficace, se piantata domani! Vale precisare che si dovrà piantumare una superficie di circa 5.000 mq per ottenere un abbattimento nell'ordine di qualche decibel, basta digitare barriera vegetale su google per rendersene conto compiutamente.

Basta ipocrisie, tavoli, relazioni: l'unica soluzione è quella di limitare le giornate di uso della pista quando ci sono lezioni a scuola. L'anno passato i rilevanti sforamenti si sono verificati per 36 giornate, due mesi di scuola su sette, non è sufficientemente intollerabile?

In ultimo, visto che l'utile di bilancio di Formula Imola è stato di circa 25.000 euro nel 2013 per circa 140 giornate di attività, questo Comitato è disposto da subito a indire una raccolta fondi fra i genitori e a indennizzare la società. 36 giornate in meno di rumore sommano a circa 6.400 euro. Ci venga indicato l'Iban su cui versare la somma e vengano eliminate le attività rumorose durante le giornate scolastiche. La redditività è assicurata, senza sforzo e senza incidere sui diritti dei bambini.

(Comitato Vivere Montebello)