Imola. Il gioco delle tre campanelle, nato per rubare soldi agli ingenui tanti anni fa nel Napoletano, funziona ancora. Nonostante i ripetuti inviti dell'organizzazione del Crame che ha avuto grande successo nel week-end del 13 e 14 settembre, molti appassionati si sono fermati e hanno perso parecchi euri davanti ai tavolini di una trentina di napoletani e alcuni rumeni. Gli agenti della polizia, che hanno controllato in massa l'autodromo, hanno emesso fogli di via per non tornare a Imola per tre anni ai napoletani e hanno denunciato per esercizio abusivo di attività di gioco o scommessa due rumeni di 32 e 41 anni ai quali sono stati sequestrati un palchetto in legno e 600 euri.