Imola. La Bcc ravennate e imolese interviene a sostegno dell’associazione “No sprechi”, continuando il suo percorso di appoggio al mondo della solidarietà sociale, in particolare per dare una mano alle famiglie più bisognose.

L’associazione “No sprechi” Onlus è stata costituita nel novembre 2013 da sette associazioni di volontariato : Fondazione Santa Caterina, Società San Vincenzo dé Paoli, Anteas, Auser, Caritas Diocesana, Croce Rossa , Trama di Terre, con il coinvolgimento di Asp, allo scopo di fornire un aiuto alimentare a quelle persone e famiglie del territorio imolese in stato di disagio economico oltre che sociale.

Il funzionamento è dato dalla consegna di una “tessera a punti scalare” ad ogni famiglia, caricata a secondo delle necessità del nucleo, che utilizzerà i punti ottenuti per ritirare gratuitamente beni alimentari presso l’Emporio Solidale, posto in via Lambertini a Imola.

L’intento è stato quello di unire le forze in termini di conoscenze e risorse, umane ed economiche, per poter continuare a servire chi si trova in stato di bisogno; infatti solo l’integrazione di risorse diverse può avere possibilità di successo in un momento nel quale la crisi economica non accenna a diminuire e gli aiuti della Comunità economica europea nel campo della gestione delle eccedenze alimentari sono in forte diminuzione.

 

L’impegno dell’associazione è di arrivare a 240 famiglie in settembre e 310 in ottobre, il che significa servire oltre 1.000 persone, un intero “paese” entro la città di Imola. Ora è impellente la necessità che “No sprechi”, portata a conclusione la fase di avvio ed andata a regime, metta salde radici per continuare a svolgere il proprio servizio in favore dei più deboli.

 

Per sostenere l’associazione si possono raccogliere derrate alimentari e consegnarle all’Emporio, oppure contribuire con un sostegno economico (Iban IT 36 B 08542 21001 055000248182) o diventare volontario all’Emporio solidale, attraverso una delle sette associazioni costitutive.