Imola. Alcune persone, in particolare extracomunitari, in centro storico condizionano le loro richieste di carità con comportamenti fisicamente intimidatori soprattutto verso le persone deboli come le ‘vecchiette’ che pur non possono permettersi di donare un obolo”. Senza contare la sporcizia, gli escrementi umani e altri atti osceni come “urinare in mezzo al vicolo senza alcun pudore”, cui questa zona del centro storico è purtroppo soggetta.

Il capogruppo di Forza Italia Simone Carapia si fa “portavoce della preoccupazione di tanti operatori che vivono ormai da mesi in una situazione ai limiti del degrado, situazione peraltro da noi più volte denunciata. La presenza di mendicanti, di venditori abusivi, di sporcizia, oltre a fenomeni ‘poco edificanti’ nei bagni pubblici, ci avevano spinto a sollecitare la creazione di un nucleo antidegrado all’interno del corpo di Polizia municipale, mozione che ovviamente fu respinta dalla maggioranza. La situazione, a distanza di mesi, non è affatto cambiata: cosa intende fare l’amministrazione comunale per risolvere il problema segnalato da oltre 100 operatori del centro storico? A tal fine, onde evitare che sulla questione piombi il silenzio, presenteremo una specifica mozione in Consiglio comunale”.