Imola. Duro scontro fra i vertici della 3Elle e i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil che il 29 settembre hanno rigettato il piano della coop, ovvero quello di costituire una newco con una quindicina di dipendenti più una società cooperativa 3Elle con una novantina di lavoratori. Tutto ciò comporterebbe il licenziamento di oltre 130 lavoratori, oltre la metà. Inaccettabile per i sindacati che chiedono innanzitutto la Cassa integrazione straordinaria e un piano diverso che mantenga gran parte dei lavoratori dentro l’azienda.

Dunque, Fillea, Filca e Feneal “reputano inaccettabile il piano così come esposto che penalizza i lavoratori e l'occupazione. Proporranno all'assemblea dei lavoratori, convocata per il 30 settembre, delle soluzioni alternative e ,ottenuto il mandato,  esporranno le proprie proposte alla Direzione aziendale; proposte che consentano alla Cooperativa di superare le difficoltà con un impegno congiunto che salvaguardi i posti di lavoro. Richiedono alla 3elle di aprire un tavolo di confronto nel merito e con tempi certi e contingentati per valutare e condividere un nuovo piano industriale condiviso con i sindacati, che affronti le difficoltà' aziendali. Nel frattempo richiedono alla 3elle di sospendere qualunque azione unilaterale esecutiva del piano”.

(Massimo Mongardi)