Imola. Un piccolo segnale positivo è arrivato il 7 ottobre al termine dell’incontro fra i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil, le Rsu aziendali e i vertici della 3Elle in crisi. Sarà richiesta alla Regione la Cassa integrazione straordinaria in deroga per i 275 dipendenti dei quali circa 180 a rischio licenziamento secondo i primi piani della coop.

Di numeri per quanto riguarda i lavoratori, però, stavolta nella riunione non si è parlato anche perché è stato nominato un commissario giudiziale, Andrea Ferri, che sarà presente ai prossimi incontri. Di certo il sindacato ha rifiutato fin dall’inizio il piano dell’azienda che produce porte e arredamenti in legno e che ha visto erodere il suo mercato in coincidenza con i gravi problemi dell’edilizia. L’8 ottobre i sindacati incontreranno i lavoratori in attesa di un nuovo vertice venerdì 10 per verificare se ci sarà qualche apertura.

(m.m.)