Castel San Pietro Terme (Bo). Il Comune incasserà più di 100 mila euro, di cui 9 mila euro circa di spese legali che sono state riconosciute alle assicurazioni soccombenti. Ciò a seguito della causa vinta dall'Amministrazione comunale nei confronti delle compagnie con le quali aveva sottoscritto una polizza “all risk”. A seguito della nevicata eccezionale del 2012 l'Amministrazione comunale chiese senza ottenerlo un risarcimento per i danni provocati dalla neve e dal gelo, in particolare agli immobili comunali, in forza della polizza “Tutti i rischi del patrimonio Comunale (all risks)” stipulata con Ina Assitalia Spa, ora Generali Italia Spa, in co-assicurazione con Unipol Assicurazioni Spa, ora Unipolsai Spa.

 

Le due compagnie assicuratrici, ritenendo che i danni elencati dal Comune non rientrassero nella polizza stipulata, non diedero il via libera al risarcimento. Per questo motivo l'Amministrazione Comunale, assistita dalla studio legale Gaspari-Montanari, citò a giudizio le assicurazioni. L'udienza si è tenuta il 26 giugno scorso in tribunale a Bologna e, 13 ottobre 2014, è arrivata la sentenza del giudice Francesca Neri, della Terza sezione civile, che condanna le due compagnie assicuratrici al pagamento della somma di euro 87.855 (oltre agli interessi e alle spese legali sostenute dal Comune), da versare “nella misura del 50% ciascuna a titolo di risarcimento dei danni subiti a seguito delle nevicate del febbraio 2012”. La sentenza è stata notificata alcuni giorni fa.

 

“Sono contento che il contenzioso con le assicurazioni avviato da Sara Brunori si sia concluso a nostro favore – commenta il sindaco, Fausto Tinti – poiché ci restituisce risorse che la precedente amministrazione aveva dovuto sottrarre al bilancio per riparare i danneggiamenti al patrimonio comunale”.